rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
IL DELITTO

Uccide fisioterapista "per vendicare la figlia": "Contro la vittima l'intero caricatore"

Salvatore Vassalli avrebbe provato rancore contro Mauro Di Giacomo per una seduta in cui la figlia, insegnante che vive nel Viterbese, avrebbe subito danni. L'omicidio a Bari

Ha scaricato l'intero caricatore contro un fisioterapista, per poi infierire sulla vittima colpendola con il calcio della pistola. Il movente dell'omicidio, avvenuto a Bari, è da ricercare in una causa civile per risarcimento intentata dalla figlia dell'assassino contro il professionista. La donna, insegnante di professione, vive in provincia di Viterbo. Il padre, Salvatore Vassalli, carpentiere 59enne di Canosa di Puglia, è in arresto da ieri mattina. La vittima è Mauro Di Giacomo.

Il movente del delitto, secondo la procura di Bari, è quel procedimento giudiziario ancora in corso tra il fisioterapista e la figlia di Vassalli: una perizia del tribunale avrebbe ridimensionato l'entità del danno, che era localizzato nella mobilità di un braccio. La donna avrebbe svolto un'unica seduta da Di Giacomo, nel settembre del 2019. L'oggetto della contesa giudiziaria civile risiederebbe proprio in quel trattamento che, secondo la donna, le avrebbe causato alcuni danni alla mobilità dell'arto. Di Giacomo, costituitosi nel processo, aveva negato la sua responsabilità, oltre alla disponibilità di pervenire a qualsiasi forma di transazione.

La donna avrebbe comunicato ripetutamente le proprie angosce per il problema fisico e giudiziario al padre con cui, secondo il procuratore Ciro Angelillis, ci sarebbe stato un "rapporto morboso". Nella ricostruzione del movente fatta dagli investigatori, dunque, Vassalli avrebbe agito per il rancore accumulato nei confronti di Di Giacomo.

Le immagini, colte da una videocamera posizionata all'altezza del semaforo di via Camillo Rosalba, all'angolo fra via Escrivà e via Madre Teresa di Calcutta, lo avrebbero immortalato il 18 dicembre scorso. Pochi minuti dopo l'omicidio del fisioterapista barese avvenuto alle 20,25 in via Tauro. È uno degli indizi cruciali che ha permesso agli inquirenti di ricostruire il movente del delitto e risalire all'autore. 

Vassalli, alla guida della sua Hyundai I10, quella sera ha avuto un andamento incerto e insolito all'altezza del semaforo di via Camillo Rosalba: è rimasto fermo con il verde temporeggiando forse in mancanza del senso di orientamento, è invece passato con il rosso per poi imboccare per errore una strada con divieto di accesso. Successivamente è tornato indietro, imboccando così la tangenziale per uscire dalla città. Lo strano andamento della vettura è risultato prezioso per gli inquirenti nell'incrocio con l'altro elemento fondamentale dell'indagine: la causa civile intentata dalla figlia contro Di Giacomo.

Dopo un breve alterco con il sicario, il fisioterapista è stato raggiunto da cinque colpi di pistola calibro 7,65. L'assassino ha infierito sulla vittima, colpendola più volte sul capo con il calcio della pistola. Gli inquirenti sono impegnati nella ricerca dell'arma del delitto. Il carpentiere sarebbe possessore di due pistole regolarmente detenute con relativo permesso, ma le due armi non sarebbero compatibili con la calibro 7,65 con cui è stato compiuto l'agguato.

Al vaglio della procura ci sono state anche le figure delle due figlie, una delle quali vive nella Tuscia e lavora come insegnante, e della moglie del carpentiere accusato di omicidio. Al momento non risultano coinvolgimenti delle tre donne. Secondo la procura, Vassalli avrebbe effettuato anche alcuni sopralluoghi nella zona del delitto a febbraio 2023: secondo gli inquirenti questo aspetto segnalerebbe la premeditazione dell'omicidio.

Sulla vittima il procuratore di Bari Roberto Rossi ha voluto precisare che, dopo essere state scandagliate tutte le piste, ne è emersa chiaramente la completa correttezza della vita privata. Il fisioterapista Mauro di Giacomo non aveva scheletri nell'armadio e probabilmente non aveva mai incontrato il suo assassino prima della sera del 18 dicembre 2023.

Fonte BariToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide fisioterapista "per vendicare la figlia": "Contro la vittima l'intero caricatore"

ViterboToday è in caricamento