rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
provincia San Lorenzo Nuovo

Palazzina esplosa, il perito sul luogo del disastro per dare una svolta alle indagini | FOTO

Sopralluogo dell'ingegner Rodolfo Fugger in quel che resta del centro per migranti: è stato incaricato dalla procura di redigere la relazione tecnica

La sua relazione darà una svolta alle indagini sull'esplosione della palazzina a San Lorenzo Nuovo. Ieri mattina l'ingegner Rodolfo Fugger, su incarico della pm Paola Conti che ha aperto un fascicolo per disastro colposo che al momento resta contro ignoti, ha effettuato il sopralluogo in quel che resta del centro che ospitava 31 migranti, rimasti tutti feriti.

FOTOCRONACA | Sopralluogo nella palazzina esplosa a San Lorenzo Nuovo

Tre minuti dopo le 11 l'arrivo, accompagnato dai carabinieri del nucleo investigativo di Viterbo, della compagnia di Montefiascone e dai vigili del fuoco, in località Metata, nella zona industriale di San Lorenzo Nuovo. Il sopralluogo è durato circa un'ora. È il primo, propedeutico e fondamentale passo, per la relazione tecnica che nelle prossime settimane sarà consegnata in procura tra rilievi fotografici, esame dei reperti e analisi della documentazione relativa allo stabile.

All'ingegner Fugger la pm Conti ha chiesto di accertare le cause dell'esplosione. Al momento la causa più probabile è la fuga di gas, che avrebbe saturato almeno uno degli ambienti della struttura facendola saltare in aria e coinvolgendo anche una vicina falegnameria e azienda vinicola. Il gas potrebbe essere arrivato tramite un tubo collegato a un serbatoio contenente materiale altamente infiammabile trovato nelle pertinenze del centro, all'esterno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzina esplosa, il perito sul luogo del disastro per dare una svolta alle indagini | FOTO

ViterboToday è in caricamento