rotate-mobile
IL RICORDO / Vallerano

Morto schiacciato dal trattore | Affetto infinito per Terzo Floriani: "Custodiremo per sempre il ricordo della sua allegria e generosità"

Nel pomeriggio i funerali di Paolo Floriani. Dolore e lutto a Vallerano e Cerveteri

Un affetto infinito per Paolo Floriani, da tutti conosciuto come Terzo. Nell'attesa dell'addio, continuano ad arrivare messaggi di cordoglio e attestati di stima. "Ciao Terzo, anima bella - scrive Tiziana su Facebook -. Solo chi ha avuto il piacere di conoscerti può capire il vuoto che lasci". E Paolo, 57 anni, morto schiacciato dal trattore che stava guidando e che si è ribaltato, lo conoscevano in tanti. Da Vallerano, dove viveva e dove gestiva una palestra con il fratello gemello Francesco, passando per il capoluogo e arrivando a Cerveteri.

Nel comune in provincia di Roma i due fratelli andavano ogni weekend per aprire il chiosco di porchetta in piazza Aldo Moro e onorare la tradizione di famiglia: quel banco, infatti, lo avevano ereditato da papà Mario. "Fatico ancora a crederci - è il commento della vicesindaca di Cerveteri, Federica Battafarano -. Per sempre custodirò il ricordo della sua allegria, della sua generosità e dell'amore per il suo lavoro. Questa perdita lascia un grande vuoto nella nostra comunità".

Due comunità, quella di Vallerano e di Cerveteri, che oggi pomeriggio si stringeranno nel dolore dell'addio. Alle 15, nella chiesa santuario della Madonna del Ruscello a Vallerano, i funerali di Terzo. Dilaniato il fratello Francesco. I due erano legatissimi, vivevano quasi in simbiosi ed entrambi avevano la passione del bodybuilding. "Terzo era grande e grosso ma aveva il cuore immenso", evidenzia Angelo.

Chi lo ha conosciuto lo ricorda come un lavoratore instancabile, un uomo buono, che si faceva voler bene per la sua gentilezza, generosità, simpatia e semplicità. Dei due fratelli era il più aperto, qualità che negli anni gli ha permesso di avvicinare anche molti volti noti dello spettacolo che da lui o si allenavano o andavano a mangiare la porchetta.

Una tragedia si è portato via Terzo, avvenuta intorno alle 17,30 di giovedì a Vallerano. Il trattore su cui si trovava si è ribaltato finendo per schiacciarlo a morte. Sul come e sul perché stanno lavorando i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Civita Castellana. A lanciare l'allarme sarebbe stato il fratello Francesco. I due, infatti, stavano facendo dei lavori di pulizia nel castagneto di famiglia. Sul posto si sono precipitati i sanitari del 118 che hanno fatto di tutto per cercare di salvare la vita al 57enne, ma ogni sforzo si è rivelato vano.

A Vallerano, così come a Cerveteri, la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, lasciando tutti sgomenti e increduli. I due comuni hanno espresso il proprio cordoglio anche tramite manifesti a lutto. Nel paese in provincia di Viterbo oggi era prevista l'intitolazione del giardino pubblico di piazzale delle Arti, ma l'evento è stato rimandato a sabato prossimo primo ottobre "dato il grave lutto che ha colpito l'intera comunità", fa sapere l'amministrazione. "Con questo doveroso gesto - prosegue - rinnoviamo la nostra vicinanza alla famiglia del caro Terzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto schiacciato dal trattore | Affetto infinito per Terzo Floriani: "Custodiremo per sempre il ricordo della sua allegria e generosità"

ViterboToday è in caricamento