rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
CI HANNO PROVATO, MA SONO STATI ARRESTATI / Orte

Due giovani trovati con nove panetti di hashish in auto, ai carabinieri chiedono: "Come ci è finita la droga qui dentro...?!"

I due ragazzi le hanno provate tutte per non essere arresti, anche camuffare l'odore di hashish spruzzando del profumo in auto. Ma nulla è servito

Le hanno provate tutte, ma a nulla è servito. Dopo aver tentato di camuffare (malamente) l'odore di hashish spruzzando del profumo in auto, al ritrovamento della droga da parte dei carabinieri si sarebbero mostrati così sorpresi da arrivare a chiedere loro ai militari come lo stupefacente fosse finito nella macchina su cui stavano viaggiando.

L'episodio risale alla notte tra martedì e mercoledì, quando i carabinieri di Orte al casello autostradale hanno fermato un'auto proveniente da Roma. Durante i controlli, i due giovani a bordo del veicolo, un italiano e un papuano, sarebbero "apparsi subito nervosi". I militari hanno così fatto scattare le perquisizioni, sia personali che all'interno della macchina da cui "fuoriusciva - riportano - un chiaro odore di cannabinoidi nonostante il tentativo estremo dei ragazzi di occultarlo con del profumo".

All'esito delle operazioni, i carabinieri avrebbero trovato nascosti sotto al sedile del passeggero nove panetti di hashish per un peso totale di circa un chilo. Alla vista della droga, i due giovani si sarebbero mostrati sorpresi arrivando a chiedere loro ai militari come lo stupefacente fosse finito nell'auto su cui stavano viaggiando. "E come ci è finita questa roba qui dentro...?!", avrebbero esclamato. "Non è nostra. Qualcuno ce l'ha sicuramente messa dentro mentre la macchina era parcheggiata a Roma", avrebbero aggiunto.

Ahiloro, però, la giustificazione non ha convinto i carabinieri che li hanno arrestati e messi a disposizione del pm di turno. Sono stati "colti nella flagranza del delitto di detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti", fa sapere l'Arma. La droga, secondo i militari, era "destinata all'attività di spaccio al dettaglio". L'operazione dell'Arma rientra nei controlli straordinari del territorio attuati, con il supporto delle unità cinofile, sulle principali strade e nei centri storici dei comuni della Tusca dove il fenomeno dello spaccio risulterebbe essere più diffuso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due giovani trovati con nove panetti di hashish in auto, ai carabinieri chiedono: "Come ci è finita la droga qui dentro...?!"

ViterboToday è in caricamento