rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
ARCHEOLOGIA / Montalto di Castro

Vulci incanta ancora, restituito un corredo femminile intatto di 2600 anni fa | FOTO

Il corredo contenuto nella tomba di una donna ha sorpreso ed emozionato tutti: rinvenuti un anello digitale, vasi in ceramica etrusco-corinzia per la conservazione di oli profumati e molto altro

Vulci sorprende ancora, restituito un corredo funebre intatto risalente al VII secolo a.C.. La scoperta è avvenuta presso la necropoli dell'Osteria al Parco naturalistico di Vulci. E' stato il direttore scientifico di Fondazione Vulci, Carlo Casi,  ad aprire la pietra tobale che nascondeva il tesoro archeologico alla presenza di Simona Carosi, funzionario della Soprintendenza dell'Etruria meridionale, ente di coordinamento e supervisione degli scavi.

"Un’altra importante scoperta che ci aiuta a capire meglio le storie degli antichi abitanti di Vulci e degli Etruschi" ha commentato a ViterboToday l'archeologo Carlo Casi dopo la scoperta. 

Vulci nuovo corredo- tomaba di 2600 anni fa

La tomba 

Tomba etrusca intatta risalente alla fine del VII sec. a.C. Di genere femminile, il corredo è composto da ornamenti personali in argento, un anello digitale, e bronzo, in particolare un pendaglio, alcune fibule e fermatrecce. Per quanto riguarda il vasellame all'interno del sepolcro etrusco erano presenti manufatti in bucchero: vasi per la mescita e il consumo del vino,  per l' impasto quindi contenitori per derrate alimentari e contenitori in ceramica etrusco-corinzia per la conservazione di olii profumati. Si segnalano anche un piccolo bacile in lamina di bronzo, rinvenuto a chiusura di una piccola olla, ed alcuni elementi in ferro come una lama e parti di un piccolo oggetto di ornamenti. Il corredo del defunto sarà oggetto di studio per aumentare le conoscenze sugli abitanti di Vulci come anticipato dal direttore scientifico Carlo Casi.

Vulci nuovo corredo- tomaba di 2600 anni fa 3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vulci incanta ancora, restituito un corredo femminile intatto di 2600 anni fa | FOTO

ViterboToday è in caricamento