TRIBUNALE / Civita Castellana

Abusi su una bimba minore di 10 anni: accarezzata e baciata in bocca da un ubriaco

L'uomo, un 43enne di Civita Castellana, a processo davanti alla corte di assise per violenza sessuale aggravata

Abusi su una bambina di meno di 10 anni. La minorenne sarebbe stata accarezzata sulla testa e baciata in bocca da uomo di 43 anni finito a processo davanti alla corte di assise del tribunale di Viterbo per violenza sessuale aggravata su minore.

I fatti risalgono al 22 ottobre del 2019 a Civita Castellana quando, come scrive nel capo di imputazione la pm Paola Conti che a dicembre 2022 ha chiesto il rinvio a giudizio dell'uomo poi ottenuto, il 43enne "in luogo pubblico, in evidente stato di ebrezza alcolica, dapprima accarezzava i capelli della minore e successivamente le dava un bacio in bocca, costingendola così a subire atti sessuali".

Ieri, lunedì 18 marzo, l'inizio del processo davanti alla corte di giudici togati e popolari presieduta dal presidente del tribunale Francesco Oddi. Udienza di ammissione delle prove richieste dalle parti e costituzione di parte civile della mamma della bambina: una 36enne originaria della Romania che vive a Civita Castellana assistita dall'avvocato Walter Pella.

Rumeno e residente nello stesso comuna del Viterbese anche l'imputato: il 43enne I.C.C., difeso dall'avvocato Silvia Grassi. Tra l'uomo e la minore non ci sarebbero vincoli di parentela.

Durante le indagini la bambina, che all'epoca dei fatti non aveva ancora compiuto 10 anni, non è stata sentita in incidente probatorio, anche per tutelarla. Il tribunale ha così disposto una perizia psicologica per stabilire la sua capacità a testimoniare. A questo punto direttamente in aula, ovviamente in forma protetta. Nella prossima udienza, fissata per le 9,30 del 22 aprile, sarà conferito l'incarico alla psicologa e psicoterapeuta Marilena Mazzolini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi su una bimba minore di 10 anni: accarezzata e baciata in bocca da un ubriaco
ViterboToday è in caricamento