rotate-mobile
RESIDUO SECONDA GUERRA MONDIALE / Nepi

Grosso residuo bellico rinvenuto a Nepi, il sindaco: "Ho sollecitato gli enti preposti alla rimozione"

L'ordigno, risalente pare alla seconda guerra mondiale, è stato trovato da un passante in una zona boschiva vicino alla rotonda La Colonnetta

Bomba inesplosa ritrovata a Nepi. Il residuo bellico, probabilmente risalente al secondo conflitto mondiale, sarebbe stato trovato durante il completamento di alcuni lavori pubblici alla rotonda La Colonnetta, dove già erano stati fatti dei sopralluoghi e un intervento di bonifica dei reperti bellici. 

Il ritrovamento

Circa una settimana fa a poche centinaia di metri dalla rotonda, in una zona boschiva, un passante mentre camminava ha trovato l'ordigno e ha immediatamente avvisato le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno delimitato e isolato la zona. Da quanto riportato poi l'ordigno sarebbe di grosse dimensioni, probabilmente una bomba sganciata da un'aereo durante i combattimenti.

Le parole del sindaco

Già da tempo si sospettava che potessero esserci residuati bellici, poichè la zona sarebbe stata "teatro di scontro tra americani e tedeschi" secondo quanto riportato dal primo cittadino a ViterboToday. "Tramite la Prefettura di Viterbo sto sollecitando gli enti interessati affinché procedano alla rimozione del reperto bellico - ha dichiarato il sindaco Franco Vita -. Siamo in attesa di capire quali saranno le sorti del residuo bellico, anche se la zona è in sicurezza e non desta alcuna preoccupazione".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grosso residuo bellico rinvenuto a Nepi, il sindaco: "Ho sollecitato gli enti preposti alla rimozione"

ViterboToday è in caricamento