rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca

Violenza e lesioni alla ex, Rudy Guede resta con il braccialetto elettronico

La gip del tribunale di Viterbo ha sciolto la riserva dopo l'interrogatorio di garanzia di ieri: confermato il divieto di avvicinamento dalla parte offesa. Difesa valuta il ricorso al Riesame

Rudy Guede resta con il braccialetto elettronico. La gip del tribunale di Viterbo Savina Poli ha sciolto la riserva sulla misura per il 36enne, già condannato per l'omicidio di Meredith Kercher avvenuto a Perugia nel 2007 e ora indagato dalla procura del capoluogo della Tuscia dopo le accuse di violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni mosse dalla ex fidanzata 23enne.

La giudice per le indagini preliminari ha confermato sia il divieto di avvicinamento di 500 metri dalla parte offesa che l'applicazione del braccialetto elettronico.

Ieri, lunedì 11 dicembre, l'interrogatorio di garanzia nell'aula 1 del tribunale di Viterbo. Per circa due ore Guede ha risposto alle domande della gip fornendo la sua versione dei fatti. "Non ho mai maltrattato la mia ex fidanzata, nemmeno nella sfera privata", avrebbe detto. 

Al termine dell'interrogatorio la procura, tramite la pm Paola Conti che ha coordinato le indagini, ha chiesto la conferma della misura. L'avvocato di Guede, Carlo Mezzetti, invece la revoca. La difesa, alla luce della conferma da parte della gip, starebbe già valutando di ricorrere al tribunale del Riesame.

Mercoledì scorso i poliziotti della squadra mobile, su delega della procura e su disposizione della stessa gip Poli, avevano applicato a Guede la misura cautelare del divieto di avvicinamento di 500 metri dalla ex con l'applicazione del braccialetto elettronico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza e lesioni alla ex, Rudy Guede resta con il braccialetto elettronico

ViterboToday è in caricamento