rotate-mobile
Cronaca

Sequestrate due case da 850mila euro a una donna: ha commesso 15 furti, sette truffe e due rapine (anche nella Tuscia)

La 67enne attualmente è in carcere dove sta scontando un cumulo di pene per 21 anni e mezzo

Sequestrati a una donna beni per oltre 850mila euro, tra cui due abitazioni di pregio. La donna ha commesso 15 furti, sette truffe e due rapine. Anche nella Tuscia. Il provvedimento, eseguito dai poliziotti della questura di Siracusa, è stato emesso dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Catania nei confronti di S.A., 67 anni, attualmente in carcere, appartenente alla comunità dei Caminanti.

Chi è la donna

Nata ad Adrano, in provincia di Catania, ma residente a Siracusa, la 67enne è stata condannata per molti reati contro il patrimonio e la violazione delle normative sulle armi e sta scontando un cumulo di pene per 21 anni e mezzo. Dal 1977 ha iniziato a commettere reati per i quali è stata successivamente condannata dai tribunali delle province di Viterbo, Reggio Calabria, Sassari, Messina, Catanzaro, Campobasso, Palermo, Ragusa, Napoli, Benevento, Taranto, Catania, Roma, Cagliari, Matera, Latina, Salerno, Potenza e Siracusa. Ha accumulato pene definitive per 15 furti, 7 truffe, 2 rapine, 2 porti abusivi di armi e possesso ingiustificato di attrezzi per lo scasso. Inoltre, ha cinque fogli di via obbligatorio con divieto di ritorno emessi dai questori delle province di Campobasso, Frosinone e Taranto.

Il sequestro

Le indagini patrimoniali svolte hanno abbracciato l’arco temporale che va dal 1983 al 2023 e hanno evidenziato una sproporzione tra beni posseduti, direttamente o indirettamente, e i redditi dichiarati o l’attività economica svolta dalla donna. I molti guadagni illeciti fatti da A.S. sarebbero stati reinvestiti in immobili di pregio per 850mila euro e in veicoli, uno dei quali, un camper del valore iniziale d’acquisto di 48mila euro, sequestrato insieme agli immobili. Il provvedimento cautelare ha riguardato due abitazioni di pregio a Siracusa, chiamata Pizzuta, e una a Noto, chiamata Arance dolci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate due case da 850mila euro a una donna: ha commesso 15 furti, sette truffe e due rapine (anche nella Tuscia)

ViterboToday è in caricamento