rotate-mobile
Cronaca

Sequestrati 300 chili di fuochi d'artificio e botti a poche ore da Capodanno

La Guardia di finanza ha denunciato il responsabile all'autorità giudiziaria

La Guardia di finanza di Viterbo ha sequestrato altri 300 chili di fuochi d'artificio e botti di Capodanno, denunciando il responsabile all'autorità giudiziaria. Il risultato è stato raggiunto durante i servizi rivolti al contrasto della vendita di artifici pirotecnici illegali e al riscontro delle modalità di detenzione per la salvaguardia dell'incolumità pubblica, che rientrano nell’attività di controllo del territorio intensificata nel periodo delle festività natalizie e di fine anno.

Il monitoraggio effettuato nel territorio della provincia viterbese dalle pattuglie operanti proprio in queste ore ha portato all'individuazione di un'altra attività commerciale a Viterbo dove sarebbero stati commercializzati prodotti pirici senza rispettare la prevista normativa concernente la materia.

"Pur avendo verificato la corretta applicazione della marcatura “Ce” sull’etichettatura e la corrispondenza delle categorie per le quali non è necessaria, entro determinati limiti, la licenza prevista dal Tulps, la quantità di tali artifici pirotecnici era eccessiva - spiega la Guardia di finanza -. Per tale ragione i militari del gruppo di Viterbo hanno proceduto alla quantificazione del contenuto esplosivo netto risultato pari a circa 60 chili, superando così la soglia limite di 50".

Sono così state sequestrate quasi 1200 confezioni, per un peso lordo di 300 chili circa, contenenti artifici pirotecnici appartenenti alle categorie “F1”, “F2” e “F2". Il responsabile, inoltre, è stato denunciato all'autorità giudiziaria.

Fuochi d'artificio e botti sequestrati-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 300 chili di fuochi d'artificio e botti a poche ore da Capodanno

ViterboToday è in caricamento