rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
L'ADDIO

Grotte Santo Stefano piange Sergio Buco: "Uomo garbato, gentile e perbene"

Il ricordo del 72enne morto in un incidente in moto sulla Sipiccianese. Oggi i funerali

Una "bravissima persona". "Perbene". "Sempre gentile". Grotte Santo Stefano piange Sergio Buco, il 72enne morto in un incidente con la moto

Nella frazione del capoluogo tutti lo conoscevano, stimavano e apprezzavano. E ora, tra il dolore e lo sgomento, riaffiorano aneddoti e ricordi. Come quello di Alido: "Ci incontravamo tutti i giorni al bar: un caffè, una sambuca e una birra. Un'ora insieme a parlare di cose serie e a volte importanti della nostra vita, del lavoro e di quello che avremmo voluto fare in questa ultima parte della nostra vita. A volte a cazzeggiare. Tifoso accanito della Juventus ma garbato. Io non so usare parole di convenienza o per educazione, voglio dire solo che mi dispiace tanto. Anzi, tantissimo".

Con la signora Carla si torna al 18 agosto 1952, quando Buco è venuto al mondo. "Ho visto Sergio appena nato. La sorella venne di corsa a dirmi che nella notte era nato suo fratello e voleva che lo vedessi. Ho questo ricordo chiarissimo, e del neonato accanto alla sua mamma".

Buco lascia la moglie Piera, i figli Francesco e Giovanna, tre nipoti e la sorella Mariella. Oggi pomeriggio, lunedì 8 aprile, familiari e amici gli daranno l'addio durante i funerali fissati per le 15 nella chiesa parrocchiale di Grotte Santo Stefano.

L'incidente è avvenuto sulla Sipiccianese poco prima dell'ora di cena di sabato. Stando a quanto ricostruito, il 72enne ha perso il controllo della sua moto Guzzi ed è finito fuori strada. Il personale sanitario del 118, viste le gravi condizioni, ha allertato anche l'eliambulanza ma Buco è morto prima che potesse intervenire. Sul posto anche i carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grotte Santo Stefano piange Sergio Buco: "Uomo garbato, gentile e perbene"

ViterboToday è in caricamento