rotate-mobile
L'INCHIESTA

Sgarbi, perquisite tre case e sequestrato il quadro di Manetti

Il sottosegretario alla Cultura e assessore alla Bellezza al Comune di Viterbo è indagato dalla procura di Macerata

Sequestrato il quadro attribuito a Rutilio Manetti "La cattura di san Pietro", nella disponibilità di Vittorio Sgarbi, sottosegretario alla Cultura e assessore alla Bellezza al Comune di Viterbo. L'opera è stata sottoposta a sequestro probatorio dai carabinieri del nucleo tutela e patrimonio su delega della procura di Macerata, che ha indagato Sgarbi per riciclaggio di beni culturali.

Il quadro è finito al centro anche di un'inchiesta giornalistica del Fatto quotidiano e della trasmissione di Rai 3 Report secondo cui "La cattura di san Pietro" di Sgarbi sarebbe un'opera rubata nel 2013 dal castello di Buriasco, in provincia di Torino). Sgarbi, invece, sostiene che si tratti di due opere diverse e che quella in suo possesso sia stata trovata a villa Maidalchina a Viterbo.

Il sequestro di questa mattina è arrivato all'esito della perquisizione di tre abitazione di Sgarbi: quella a San Severino Marche, Roma e Ro' Ferrarese. Sgarbi ha respinto ogni accusa e avrebbe consegnato spontaneamente il dipinto, il cui sequestro è un atto dovuto per compiere i vari accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgarbi, perquisite tre case e sequestrato il quadro di Manetti

ViterboToday è in caricamento