rotate-mobile
Cronaca

Studentessa perseguitata dall'ex: "Mi ha violentata, fatta prostituire e minacciata di farmi rapire dai suoi parenti sardi"

Arrestato il 32enne diventato l'incubo della giovane viterbese. Era stato allontanato dopo le continue irruzioni in casa ma ha violato il divieto di avvicinamento: "Mi ha colpito in faccia e mi ha costretto a passare la notte con lui"

"Mi ha dato una gomitata in faccia e mi ha costretto a passare la notte con lui". Studentessa viterbese perseguitata dall'ex fidanzato lo ha raccontato ai carabinieri che hanno arrestato il 32enne, che non accetterebbe la fine della relazione.

L'irruzione in casa immortalata in un video

Il giovane è già noto alle forze dell'ordine, soprattutto per i numerosi episodi di molestie e violenze nei confronti della ragazza, testimoniate anche da un video, girato dalla stessa vittima, che ha fatto il giro del web. A marzo, infatti, per l'ennesima volta, si è arrampicato sul terrazzo ed è entrato nell'abitazione della ex passando dal vetro rotto di una portafinestra e aggredendo la giovane che è riuscita a far allontanare il 32enne urlando.

VIDEO | Studentessa perseguitata dall'ex: lui rompe la finestra e fa irruzione in casa

Per questi fatti lui è stato denunciato (anche in seguito alle quattro querele presentate dalla ragazza) per stalking e violazione di domicilio, con tanto di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. Ma in questi due mesi, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, avrebbe continuato a contattare la giovane per telefono, riempiendola di messaggi, fino al culmine della notte tra venerdì e sabato scorsi.

Violato il divieto di avvicinamento

Incurante del divieto di avvicinamento, il 32enne si sarebbe recato a casa della ex. Sarebbe riuscito a farsi aprire proprio da lei, che soffrirebbe di un disturbo post traumatico da stress e non riuscirebbe a controllare le proprie azioni in presenza del ragazzo. Dopo averla colpita al volto con una gomitata, sarebbe stato con lei fino alle prime ore del mattino, quando la giovane è riuscita ad avvisare un amico che ha chiamato il 112.

Il carabinieri sono intervenuti e hanno arrestato il 32enne, proprio per aver violato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex. È stato portato nel carcere di Perugia. Gli episodi, infatti, sono avvenuti nel capoluogo umbro dove la giovane, 30enne originaria della provincia di Viterbo, studia psicologia all'università. Lui, invece, è di Gualdo Cattaneo. Il giudice per le indagini preliminari, pur convalidando l'arresto, ha poi disposto i domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico.

"Ti faccio rapire dai miei parenti sardi", le minacce con il coltello alla gola

Solo qualche ora prima dell'arresto del 32enne, la ragazza era in tribunale per l'incidente probatorio con cui fornire al pubblico ministero le prove necessarie a inchiodare l'ex. Per circa tre ore ha raccontato, tra le lacrime, un inferno fatto di botte, irruzioni notturne anche con la distruzione di mobili e suppellettili, rapporti sessuali forzati e molti "ti ammazzo". Infine, la minaccia di farla sequestrare e sparire, con un coltello puntato alla gola: "Ti faccio rapire dai miei parenti sardi", le avrebbe detto nel corso di una conversazione.

Nella notte tra venerdì e sabato, secondo quanto raccontato dalla vittima, il giovane si sarebbe presentato a casa di lei nel tentativo di convincerla a ritirare le querele perché l'incidente probatorio era andato male, le avrebbe detto che l'avrebbero accusata di falsa testimonianza e che sarebbero presto arrivati per arrestarla.

Fatta prostituire

Il 32enne è indagato pure per sfruttamento della prostituzione avendo costretto, secondo l'accusa, la ex fidanzata a prostituirsi per poi prenderle tutti i soldi. Ma anche per aver minacciato e aggredito con una mazza da baseball un amico della giovane che era intervenuto per difenderla.

Della vicenda della studentessa viterbese se ne è occupata anche la televisione. Alla Vita in diretta, su Rai 1, la ragazza ha raccontato la sua vita di inferno: "Sputi, botte e sigarette spente addosso, ma nessuno lo ferma". Fino alla scorsa settimana quando l'ex è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studentessa perseguitata dall'ex: "Mi ha violentata, fatta prostituire e minacciata di farmi rapire dai suoi parenti sardi"

ViterboToday è in caricamento