rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca

Truffa ad un'anziana di Viterbo: contanti e oro chiesti per "aiutare il figlio"

I due truffatori sono stati fermati dalla polizia di Cassino con gli oggetti di valore sottratti alla donna con l'inganno

Ancora un tentativo di truffa ai danni di anziani: nei giorni scorsi gli agenti della sottosezione Polizia Stradale di Cassino hanno fermato un'Audi A3 con due persone a bordo. Durante i controlli di rito, agli agenti sono state date versioni discordanti circa il loro viaggio: dopo aver appurato che entrambi annoveravano precedenti specifici per il reato di truffa agli anziani, il loro veicolo è stato perquisito con attenzione. Addosso ai due sono stati trovati contanti per 850 euro, mentre sul sedile posteriore c'era una bustina trasparente con diversi monili in oro.

Gli accertamenti della polizia hanno permesso di appurare che i due avevano truffato un'anziana signora di Viterbo: la donna aveva ricevuto una telefonata nella quale veniva avvisata che suo figlio aveva bisogno di soldi a seguito di un grave incidente stradale. Per risolvere i problemi della giustizia del figlio, la signora avrebbe dovuto pagare una somma in denaro o oggetti d'oro da consegnare proprio a Viterbo entro 20 minuti. La signora, però, aveva replicato dicendo di non essere in grado di raggiungere la città entro quel lasso di tempo, così i due avevano inviato un'altra persona a prendere i soldi. I due sono stati arrestati e posti ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa ad un'anziana di Viterbo: contanti e oro chiesti per "aiutare il figlio"

ViterboToday è in caricamento