Sabato, 20 Luglio 2024
CALCIO BUCATO / Pilastro

Il campo Vincenzo Rossi ridotto a una latrina a cielo aperto dai vandali: danni per migliaia di euro

Viaggio horror all’interno dell’ex campo d’allenamento della Viterbese, oggi inutilizzato e nel completo degrado

Nella conferenza stampa di ieri, il centrodestra ha attaccato duramente l’amministrazione Frontini sull’affaire stadio, che vede attualmente l’Enrico Rocchi, il tempio del calcio viterbese, senza squadra e con i cancelli serrati da maggio. Non è ancora chiaro come il Comune intenderà muoversi, se assegnando lo stadio alla Faul Cimini oppure ad un’altra società. Di certo, il Rocchi non è l’unico impianto disastrato. Anzi, ce n’è uno che è decisamente messo peggio. Si tratta del suo fratello minore, il Vincenzo Rossi, un tempo centro d’allenamento della prima squadra gialloblù.

Il campo è intitolato alla memoria di Vincenzo Rossi, storico presidente della Virtus Pilastro che, ormai più di 40 anni fa, costruì l’impianto per donarlo ai ragazzi del quartiere gratuitamente. Fino al 2019 era in terra battuta, con il manto da gioco foderato da un iconico rosso. Poco prima del Covid, però, la ditta Venturini, incaricata dal Comune, riuscì a terminare dei lavori attesi da una vita: quelli per la realizzazione del sintetico. Il restyling del manto erboso si resero necessari per dotare la Viterbese - sia la prima squadra che il settore giovanile - di un centro d’allenamento adeguato. Fino a quel momento, infatti, i leoni e i leoncini erano costretti a girovagare per i vari campi della provincia.

E il Rossi, per quattro stagioni, è stato effettivamente il campo d’allenamento della Viterbese. Poi, in estate, quando il presidente Marco Arturo Romano, in guerra con il sindaco Frontini, decise di lasciare la città, l’impianto del Pilastro è caduto in rovina. Nessun giocatore, da giugno, ha più varcato i suoi cancelli o calpestato il suo manto sintetico di ultima generazione (costato quasi mezzo milione di euro). A farlo ci hanno pensato altri, che col calcio c’entrano poco se non nulla. 

Scandalo al Vincenzo Rossi: il campo nel mirino dei teppisti, le foto dello sfregio

Oggi il Vincenzo Rossi è una latrina a cielo aperto, nella quale i vandali fanno ciò che vogliono. A dimostrarlo ci sono le foto scattate direttamente all’interno dell’impianto, dalle quali si evince l’assoluto stato di degrado: cartelloni pubblicitari divelti, uffici messi a soqquadro, attrezzature (costosissime) per l’allenamento degli atleti distrutte, panchine sfondate, sigarette o qualsiasi tipo di rifiuto in mezzo al campo e il manto sintetico che comincia a staccarsi, bucarsi, sfaldarsi. Gli autori di questo scempio, forse giovani teppisti, forse adulti allo sbando, sono entrati dall’ingresso posteriore, quello che affaccia su viale Bruno Buozzi. La recinzione vicina al cancello è abbassata e piegata, segno che l’effrazione è stata compiuta di recente. All’interno degli uffici, inoltre, ci sono residui di cibo che certificano come chiunque abbia violato la proprietà fosse abbastanza sereno di non essere disturbato. Gli spogliatoi e i magazzini, poi, sono stati letteralmente scassinati, con le porte forzate o direttamente buttate giù. Gli interni, le docce o i depositi di materiale sono ormai completamente inutilizzabili e fatiscenti. 

Spogliatoi e magazzini distrutti al campo del Pilastro: le immagini della vergogna

Una situazione gravissima, soprattutto se si pensa al costo dell’investimento effettuato sul bene da parte del Comune. Il Rossi è l’unico campo sintetico della città, ed oggi è ridotto una schifezza. Il fatto per certi versi clamoroso è la totale assenza di sicurezza: nessuna telecamera, nessun custode, nessun allarme. Chiunque, tranquillamente, potrebbe entrare per fare il proprio comodo all’interno del campo. Ora, senz’appello, l’amministrazione Frontini è chiamata a rispondere con vigore, a patto che non si voglia far distruggere quello che doveva essere un gioiellino. I danni, per il momento, sono quantificabile nell’ordine delle migliaia di euro. E, senza interventi, potrebbero pure aumentare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il campo Vincenzo Rossi ridotto a una latrina a cielo aperto dai vandali: danni per migliaia di euro
ViterboToday è in caricamento