rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cucina Vignanello

Pamparito di Vignanello: la ricetta e le origini del pane

Un pane delizioso che si abbina perfettamente con salumi, formaggi e uova sode. Ecco la ricetta per prepararlo in casa

Il Pamparito di Vignanello oltre a essere recentemente entrato nell’albo nazionale dei pani storici italiani e nell’Arca del Gusto, è un dei prodotti tipici della Tuscia, preparato rigorosamente con materie prime del territorio. Consumato ormai tutto l'anno, è una delle specialità che, anticamente, venivano proposte nel periodo di Pasqua per accompagnare salumi, uova sode e formaggi. Come riportato dalla Pro Loco di Vignanello, il Pamparito ha ottenuto nel 2016 la certificazione De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine).

Ingredienti

Dosi per 8 Pampariti da 500 grammi

- 3.5 kg di farina tipo 00,

- tra 1,5 e 3,5 % di sale fino, del quantitativo di farina indicato,

- 0,3 /0,6 l di olio extra vergine di oliva di Vignanello,

- 0,25/0,50 l di vino bianco di Vignanello D.o.c.

- 30/50 g di anice,

- 100/120 g di lievito di birra,

- Acqua tiepida q.b. per amalgamare l’impasto,

- 1 uovo di galline allevate a terra.

Preparazione

Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e aggiungere tanta farina quanto basta per formare un panetto morbido. Lasciarlo lievitare per almeno 2/4 ore. Separatamente si amalgamano in ordine: la farina, il sale, l’olio, i semi di anice precedentemente lasciati in ammollo nel vino per almeno una mezz’ora e il vino stesso. Impastate il tutto fintanto che il composto non sarà amalgamato. Unire l’impasto appena ottenuto al panetto lievitato e lavorare il composto a lungo. Terminato questo passaggio fate riposare il panetto per 30 minuti. Dividete poi l’impasto in porzioni tipo maritozzi, ma allungati alle estremità e disponeteli all’interno di una teglia di ferro ben oleata dove dovranno nuovamente lievitare. Quando i panetti saranno raddoppiati di volume, spennellateli con l’uovo sbattuto. Infornate a 230 C° per circa 40-45 minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pamparito di Vignanello: la ricetta e le origini del pane

ViterboToday è in caricamento