Domenica, 14 Luglio 2024
Cucina

Il tronchetto di Natale: la mazzata finale di luculliani pranzi casalinghi. La ricetta

Altrimenti noto come Bûche de Noël, questo dessert arriva direttamente dalla Francia e con tutta la sua baldanza riesce a far venire l'acquolina in bocca soltanto a pensarvi

Il tronchetto di Natale è uno dei dessert che coniugano l'opulenza e la "strabordanza" di quella che - in tutto il mondo - è la festa preferita di grandi e piccini. Il 25 dicembre pandori e panettoni possono essere surclassati, almeno per 10 minuti netti, da sua maestà il tronchetto che ogni volta che fa il proprio ingresso in tavola sbaraglia ogni altra forma di concorrenza dolciaria. Bello, buono, buonissimo, grasso, grassissimo. È il ko tecnico che ognuno persegue nei pranzi e nelle cene di Natale. L'ultimo gradino verso un letargo rumoroso e difficilissimo imposto dall'abuso di zuccheri e leccornie. Altrimenti noto come Bûche de Noël, questo dessert arriva direttamente dalla Francia e con tutta la sua baldanza riesce a far venire l'acquolina in bocca soltanto a pensarvi. Chi di voi si sente pronto a non assaggiarne neppure una fetta?

Ingredienti

  • Farina 00 100 grammi
  • Uova medie 5
  • Zucchero 140 grammi
  • Miele 10 grammi
  • Sale fino 1 pizzico
  • Baccello di vaniglia 1
  • Panna fresca liquida 300 grammi
  • Cioccolato fondente 300 grammi
  • Cioccolato fondente 300 grammi
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

Come prima cosa preparate la pasta biscotto. Dividete i tuorli dagli albumi, sbattete con le fruste i tuorli insieme a 90 grammi di zucchero, un pizzico di sale, la vaniglia e il miele finché non diventano chiari e molto spumosi. Successivamente montate le chiare a neve insieme al resto dello zucchero. Unite i due composti avendo cura di non smontarli e aggiungete la farina setacciandola direttamente in ciotola incorporandola con movimenti dal basso verso l'alto. Stendete l’impasto su un foglio di carta forno, posto su una leccarda, livellatelo con una spatola e infornate in forno statico già caldo a 220° per 6-7 minuti. Terminata la cottura appoggiate la pasta su di un piano, spolveratela con dello zucchero semolato e sigillatela con della pellicola. Poi lasciatela raffreddare. Per la ganache sminuzzate il cioccolato, versate la panna in un pentolino e portate a sfiorare il bollore. Quando la panna sarà calda, spegnete e versate il cioccolato tritato. Mescolate con la frusta per scioglierlo completamente e trasferite il composto in una ciotola posta all'interno di un'altra ciotola più grande con del ghiaccio. Iniziate a montare con uno sbattitore elettrico per 10-15 minuti fino a quando sarà ben montata. Quando la pasta biscotto sarà fredda togliete la pellicola e la carta forno e farcitela con circa metà della ganache lasciando 2 centimetri dai bordi. Arrotolate la pasta biscotto delicatamente aiutandovi con la pellicola, richiudete le estremità e ponete il rotolo a rassodare in frigo per 1 ora circa insieme alla ganache avanzata. Riprendete il rotolo farcito, rifilate i bordi tagliando le due estremità. Spalmate la ganache avanzata fino a rivestire tutto il tronchetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tronchetto di Natale: la mazzata finale di luculliani pranzi casalinghi. La ricetta
ViterboToday è in caricamento