rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Economia

La Tuscia chiama gli italiani all'estero, un brindisi per promuovere il turismo delle radici

In collegamento dal Museo del vino di Castiglione in Teverina l'iniziativa di VisiTuscia expo

Un collegamento in diretta con le associazioni degli italiani all’estero per promuovere il turismo di ritorno che il ministero ha lanciato per questo 2023. Un’occasione che “VisiTuscia expo”, la borsa del turismo e dell’enogastronomia viterbese, inserita nell’ambito delle iniziative promosse in ambito Dmo “Expo Tuscia”, non poteva farsi sfuggire dal momento che il leitmotiv della manifestazione è ispirato proprio a questo nuovo segmento.

Il collegamento è stato attivato dal Museo del vino di Castiglione in Teverina, il più grande d’Europa, e il tema conduttore non poteva essere che l'alimento da sempre considerato il demiurgo dell’accoglienza e della convivialità, animando le tavole di chi era in procinto di partire e di chi tornava.

In rappresentanza delle amministrazioni locali erano presenti Leonardo Zannini, sindaco di Castiglione in Teverina che ha fatto gli onori di casa, Luca Libriani, consigliere comunale di Bassano in Teverina delegato alle politiche giovanili e ai sistemi informatici, Roberto Pesci, vicesindaco di Marta, e Roberto Basili, assessore al Turismo del comune di Bolsena.

Brindisi per la promozione del turismo delle radiciIn videoconferenza si sono collegati da Montevideo (Uruguay), in rappresentanza della comunità italo-uruguaiana, Claudia Girardo (Efasce - Ente friulano assistenza sociale culturale emigranti), Melina Mondelli (Aercu - Associazione emigrati regione Campania In Uruguay), Ignacio Palermo (Associazione calabrese), Lilian Cappuccini (Associazione Figli della Toscana) e Maria Laura Gardi (Associazione centro laziale).

In collegamento, rispettivamente da mar del Plata e Rosario (Argentina), in rappresentanza della comunità italo-argentina, Marcelo Castello (Federazione argentina associazioni abruzzesi dell’Argentina) e Raúl Romanelli (Federazione di associazioni italiane di mar del Plata). Infine, in collegamento da San Paolo (Brasile) in rappresentanza della comunità italo-brasiliana, Daniela Policela e Andrea Chiavacci (Circolo italiano di San Paolo). è

La comunicazione con le diverse associazioni intervenute è stata diretta dal ricercatore, esperto in Cultura visiva dell’emigrazione italiana, Fabio Ragone (attualmente attivo su un progetto di ricerca sostenuto dalla pontificia università cattolica di Rio Grande del Sud in Brasile). Al termine dell’incontro i rappresentanti delle amministrazioni locali presenti hanno invitato i connazionali all’estero a venire in Italia per un interscambio culturale e produttivo. L’incontro si è concluso con un brindisi benaugurante che fa  ben sperare nell’intensificazione dei rapporti e delle future reciproche attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Tuscia chiama gli italiani all'estero, un brindisi per promuovere il turismo delle radici

ViterboToday è in caricamento