rotate-mobile
NOMINE & POLTRONE

Nasce il coordinamento delle Apea del Lazio, i viterbesi Sini e Panunzi al vertice

L'accordo coinvolge sette Aree produttive ecologicamente attrezzate

Le sette Apea del Lazio si uniscono in un unico coordinamento. È stato siglato nei giorni scorsi un accordo tra i presidenti delle rispettive Aree produttive ecologicamente attrezzate "per rafforzare e rilanciare l'attività di coordinazione su tutto il territorio laziale".

Antonio Sini, presidente dell'Apea - Distretto industriale di Civita Castellana, e Gianmatteo Panunzi, presidente Acquarovit di Viterbo, sono stati nominati coordinatori. "Il progetto - riferiscono - nasce dalla volontà di fare rete e sviluppare in modo puntuale il sistema delle Apea nel Lazio. Strutturandoci in un unico coordinamento riusciremo a portare le nostre istanze in Regione al fine di facilitare lo sviluppo industriale e tecnologico di questo territorio, anche attraverso la predisposizione di nuove iniziative e risorse messe a disposizione dall'ente". 

"Recentemente - continuano Sini e Panunzi - si è tenuto al tavolo della Regione un incontro con gli assessorati allo Sviluppo economico e alla Transizione energetica per fare il punto della situazione sulle Apea del Lazio e, in particolare, sulle risorse finanziarie destinate alla programmazione Fesr 2021/2027 denominato 'Coesione Italia'. Si tratta di una serie di bandi molto importanti e particolarmente attesi, in quanto mettono sul piatto 115 milioni di euro, di cui 40 destinati all'efficientamento energetico, 10 per l'innovazione tecnologica e 30 per la circulary economy. Durante il tavolo è emersa, da parte della Regione, non solo la volontà di sviluppare il sistema delle Apea a livello regionale ma anche di svincolare al più presto le somme da destinare al bando".

"L'incontro - dichiarano Sini e Panunzi - si è rivelato proficuo anche sotto l'aspetto delle relazioni tra Apea e Regione, tanto che è stata avanzata da parte nostra la richiesta della creazione di un ufficio ad hoc per le Apea, una sorta di direzione regionale che segua passo passo le nostre attività e che sia di aiuto nello snellimento burocratico inerente le pratiche di riconoscimento e integrazione delle aziende che intendono entrare a far parte dell'area produttiva ecologicamente attrezzata".

"Nel contesto economico attuale - concludono Sini e Panunzi - risulta di fondamentale importanza la riattivazione di progetti di investimento da parte delle imprese del territorio. Per questo è necessario far partire al più presto i nuovi bandi al fine di permettere lo sviluppo e il proseguimento delle attività aziendali nel processo di transizione ecologica che abbiamo avviato".

Hanno aderito al coordinamento le Apea Distretto industriale Civita Castellana, Acquarovit, Consorzio Dragona di Roma, Alamer, Cartoneco e Ciociaria diffusa di Frosinone e Green in progress di Rieti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il coordinamento delle Apea del Lazio, i viterbesi Sini e Panunzi al vertice

ViterboToday è in caricamento