rotate-mobile
LA LETTERA / Bassano in Teverina

Il sindaco Alessandro Romoli: "Mi ricandido certo di poter contare sul vostro supporto"

Romoli sindaco di Bassano in Teverina annuncia di ripresentare la sua ricandidatura alle amministrative del prossimo giugno

In vista delle prossime elezioni amministrative che si terranno a giugno, il sindaco di Bassano in Teverina scrive una lettera aperta agli elettori.

"L’8 e il 9 Giugno saremo chiamati alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale di Bassano in Teverina. Si tratta di un appuntamento importante sotto il profilo politico, sociale ed economico. La recente modifica del Testo Unico degli Enti Locali ha rimosso i vincoli esistenti sul limite di mandato per i Sindaci dei comuni con popolazione inferiore i tremila abitanti.

Detta circostanza ha indotto il sottoscritto ad una riflessione circa la possibilità di proseguire l’esperienza di sindaco della nostra meravigliosa comunità locale.

Quando mi approcciai per la prima volta alla vita amministrativa del comune di Bassano in Teverina avevo poco meno di venti anni e nutrivo qualche timore circa gli aspetti giuridico procedurali che disciplinano l’attività di governo del Comune, ma nel contempo ero animato da una forte spinta a perseguire il bene, il progresso e la crescita della nostra comunità locale.

Quando a ventiquattro anni ho avuto l’onore e il privilegio di essere eletto per la prima volta sindaco mi sono trovato a dover fare i conti con una realtà che richiedeva a me stesso disponibilità totale, studio e dedizione. Da allora mai un giorno di questi quindici anni trascorsi ho vacillato circa la necessità di assicurare a Bassano in Teverina attenzione, amore in un legame profondo che giorno per giorno veniva suggellato da importanti traguardi amministrativi raggiunti.

Guardandoci indietro molte facce mi vengono alla mente, accadimenti, aneddoti felici e tristi di una comunità piccola ma allo stesso tempo grande, ricca, viva, dinamica, fiera della propria appartenenza dei propri valori, custode consapevole delle proprie radici.

Negli anni ho sempre lavorato per il radicamento di una nuova squadra dirigente, di un gruppo di amici leali, seri, attenti che man mano sono diventati preparati e competenti amministratori in grado di sacrificare il proprio tempo in favore della collettività locale.

Gli anni sono passati, i risultati sono stati raggiunti, io stesso sono stato chiamato anche ad assolvere  altri incarichi amministrativi, ma mai un giorno ho perso la cognizione della centralità di Bassano in Teverina di quella che amo definire “Casa”, della mia famiglia, della gente di sempre, dei panorami cari, dei luoghi del ricordo e della fede popolare, degli insegnamenti delle scuole, della passeggiata con gli amici, delle tradizioni a noi care, del piccolo e del grande  problema  che ha riguardato la singola famiglia o l’intera comunità.

Tutto questo è vivido nella mia esperienza di amministratore locale e di sindaco e per questo ho deciso di accettare di nuovo la sfida e proseguire attraverso la mia candidatura e quella della mia squadra il percorso di progresso locale intrapreso con l’impegno, il lavoro e lo sforzo quotidiano.

A questo slancio emotivo che concretamente rappresenta  il primo ingrediente di chi vuole cimentarsi in modo disinteressato alla vita pubblica del proprio Comune, si unisce la disponibilità di un patrimonio di conoscenza, di esperienza acquisita negli anni e in diversi contesti che potrà essere un ulteriore elemento da dover  mettere a disposizione della collettività  in un momento storico di grandi investimenti pubblici legati al PNRR , di profondi mutamenti della macchina amministrativa, di sempre più complessi adempimenti da assolvere.

Sentimenti di gratitudine li voglio esprimere verso tutti. Verso coloro i quali in squadra con me stanno lavorando quotidianamente per Bassano in Teverina, verso tutti gli amministratori che in questi anni si sono susseguiti nel Consiglio comunale al fine di partecipare alle politiche di governo del territorio, verso la Parrocchia luogo a me caro nel quale ho fondato la mia coscienza e la mia spiritualità , verso le  Associazioni locali ognuno per le proprie peculiarità e caratteristiche e a tutti i cittadini a quelli che ci hanno lasciato in questi anni e che hanno significato la storia del nostro popolo, a quelli che bambini appena nati troviamo oggi adulti , a coloro i quali nascono alla vita ora.

Sono certo di poter contare sul supporto di una comunità che ha sempre dimostrato grande sensibilità al percorso amministrativo intrapreso, attenzione verso ogni risultato raggiunto, gradimento per le politiche attuate negli anni.

Tutti voi siete la nostra forza, tutti voi siete il nostro riferimento e il fine ultimo dell’impegno amministrativo. Il Contributo di ognuno di voi è fondamentale per percorrere tutti insieme la via del progresso nella concordia, nel confronto e nel dialogo che continueranno a fare grande Bassano in Teverina".

Alessandro Romoli

Sindaco di Bassano in Teverina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Alessandro Romoli: "Mi ricandido certo di poter contare sul vostro supporto"

ViterboToday è in caricamento