rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
LA PROPOSTA

Seminterrati abitabili, l'assessore regionale Ciacciarelli a Viterbo: "Potremmo risolvere l'emergenza abitativa"

L'esponente della Lega nella giunta Rocca illustra la proposta di legge per il recupero dei vani e dei locali seminterrati. Poi stronca il bonus 110%: "Ha creato una bolla edilizia"

“Con il recupero dei vani e dei locali seminterrati potremmo risolvere l’emergenza abitativa nel Lazio”. A dirlo è Pasquale Ciacciarelli, assessore all’Urbanistica della giunta Rocca. Il politico leghista, oggi, ha fatto tappa a Viterbo per illustrare la proposta di legge presentata dai consiglieri Cartaginese, Grasselli e Neri, che mira a rendere abitabili ambienti ricavati al di sotto del livello del terreno. 

Oltre all’uso abitativo sono previsti anche quelli terziari o commerciali, senza ricorrere all'utilizzo di lotti di terreno inedificati, rendendo dunque funzionali le strutture edilizie sottoutilizzate. Con il recupero di questi spazi si potranno realizzare abitazioni o locali ad uso diverso, rendendo abitabili gli spazi seminterrati realizzati e utilizzati come magazzini, garage o cantine, “contribuendo - si legge nel testo - anche alla ripresa nel settore edile caratterizzato da un lungo periodo di crisi, tamponato solo momentaneamente con i interventi di ecobonus e sismabonus”. E qui, Ciacciarelli ha stroncato il bonus 110%: “Ha creato una bolla, tutti hanno lavorato ma ormai è nella sua fase discendente, quasi conclusiva, e aziende e operai ne subiranno il contraccolpo”.

Pino Cangemi, Pasquale Ciacciarelli e Andrea Micci-2

La proposta della Lega è in linea con altre leggi regionali, come ad esempio quella per il recupero a fini abitativi e turistico ricettivi dei sottotetti. “Ci poniamo - spiega Ciacciarelli - l'obiettivo di limitare il consumo di nuovo territorio attraverso un più efficace riutilizzo, nel rispetto delle caratteristiche tipologiche e morfologiche degli immobili, dei volumi esistenti. Poi quello di favorire la messa in opera di interventi tecnologici per il contenimento dei consumi energetici”.

La proposta si compone di dieci articoli, nei quali vengono trattati diversi temi. Si va dagli interventi finalizzati alla risoluzione del dissesto idrogeologico alla classificazione dell'intervento edilizio da eseguire,dai requisiti tecnici devono avere gli immobili oggetto di cambio di destinazione d'uso, all’efficientamento energetico. Ciacciarelli spiega cosa ha spinto lui e il suo partito a portare avanti l’iter di questa legge: “Possono applicarla i Comuni, i privati ed anche l’Ater. Immaginate quanti alloggi potremmo ricavare in una Regione, la nostra, fortemente condizionata dall’emergenza abitativa soprattutto nelle grandi città. Tra l’altro, avremmo la possibilità anche di regolarizzare quello situazioni già presenti sul nostro territorio che però non sono regolari”. 

Infine, Ciacciarelli ci tiene a specificare la differenza tra l’azione amministrativa portata avanti dalla giunta Rocca e quella targata Zingaretti: “La legge sulla rigenerazione urbana sbandierata dal Pd è del tutto inapplicabile. Su oltre 300 Comuni è stata applicata da meno di 100, e per giunta questi hanno usufruito di pochi articoli della legge. Questo perché è il sistema di applicazione ad essere sbagliato, dato che l’applicabilità e gli articoli devono andare nei Consigli comunali. Nei piccoli centri, come sappiamo, questo è impossibile, perché non c’è personale. Noi abbiamo posto, a differenza della giunta Zingaretti, una serie di attività per renderla applicabile. 18 anni dopo la legge sui sottotetti, il cerchio ora si chiude con la legge sui seminterrati e i vani”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seminterrati abitabili, l'assessore regionale Ciacciarelli a Viterbo: "Potremmo risolvere l'emergenza abitativa"

ViterboToday è in caricamento