rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica

Europee 2024: chi, quando e come si vota. La data delle elezioni

Quella 2024 è la decima tornata elettorale per il Parlamento europeo, in quanto il primo voto popolare risale al 1979, e saranno le prime elezioni dopo l'uscita del Regno Unito dall'Unione

Il 9 giugno l'Italia sarà chiamata alle urne per eleggere 76 dei 720 deputati del Parlamento europeo. È stata ufficializzata proprio in queste ultime ore la data in cui gli aventi diritti della Penisola si recheranno ai seggi per esprimersi sulla scelta dei propri rappresentanti a Bruxelles. Per votare bisogna essere cittadini italiani maggiorenni, avere con sé tessera elettorale e carta d'identità mentre, per essere eletti è necessario aver compiuto 25 anni.

Come è eletto il parlamento europeo

Tutti i paesi membri devono usare un sistema elettorale proporzionale. Ciò significa che l’assegnazione dei seggi avviene in modo da assicurare alle diverse liste un numero di posti proporzionale ai voti ricevuti. L’Italia usa il voto di preferenza, che dà agli elettori la possibilità di indicare, nell’ambito della medesima lista, da uno a tre nomi, votando, nel caso di due o di tre preferenze, candidati di sesso diverso. Determinato il numero dei seggi spettanti alla lista in ciascuna circoscrizione, sono proclamati eletti i candidati con il maggior numero di voti di preferenza. Le liste dei candidati devono essere sottoscritte da non meno di 30.000 e non più di 35.000 elettori della circoscrizione. Ogni regione che compone la circoscrizione deve essere rappresentata da almeno il 10% dei sottoscrittori.

Sbarramento e circoscrizioni elettorali

Ai fini dell'elezione dei membri italiani al Parlamento europeo, le liste devono avere conseguito sul piano nazionale almeno il 4% dei voti validi espressi. In Italia ci sono cinque circoscrizioni elettorali europee, di dimensione sovra-regionale. Ad ogni circoscrizione elettorale è assegnato un numero di seggi in base alla popolazione residente. Ogni partito o gruppo politico può presentare nella propria lista un numero massimo di candidati pari a quello assegnato alla circoscrizione elettorale.Gli elettori scelgono tra i candidati presenti nelle liste della propria circoscrizione di residenza: Nord Occidentale, Nord Orientale, Centrale, Meridionale, Insulare.

Chi può votare e dove

In italia si ha diritto di voto alle Elezioni europee se: si è compiuto il diciottesimo anno di età; si è cittadini italiani o dell'Unione europe con residenza legale in Italia, o cittadini italiani residenti all'estero; si è registrati come votanti entro la scadenza stabilita (per i cittadini UE votanti in Italia). 

Cittadino italiano o di uno Stato membro votante in Italia . Vota presso il seggio elettorale in cui si è iscritti, indicato sulla tessera elettorale e corrispondente alla sezione nel cui ambito territoriale è compreso il luogo di residenza. Per conoscere il proprio seggio elettorale, è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza. Condizioni particolari di voto sono previste per i degenti in ospedale, elettori affetti da infermità tali da renderne impossibile l’allontanamento dall’abitazione, detenuti, elettori non deambulanti in sezioni diverse dalla propria se questa non è accessibile. Militari, forze di polizia, vigili del fuoco e naviganti possono votare nel comune in cui si trovano per causa di servizio.

Cittadino italiano votante da un altro Stato membro dell'UE Deve votare presso i seggi elettorali allestiti all'estero dalle sedi diplomatico-consolari italiane del Paese in cui si vive. Una volta registrati, il Ministero dell'Interno italiano invia un certificato elettorale al proprio domicilio. Esso contiene le informazioni sul luogo di voto, la data e l'ora della votazione. Se non si è ricevuto il certificato elettorale, occorre contattare il proprio consolato di riferimento per verificare il proprio status elettorale. Gli italiani residenti in un altro Paese dell'UE che desiderano votare in Italia - in alternativa al voto all'estero - possono farlo nel Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti. A tal fine, è necessario comunicare tale intenzione al Sindaco del proprio comune e presentare il certificato elettorale ricevuto per il voto all'estero. Per tutte le informazioni riguardo il voto all'estero, si rimanda alla pagina web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Cittadino italiano che vota da un Paese non appartenente all'UE. Può votare solo nel comune italiano a cui si appartiene come elettore.
Per tutte le informazioni riguardo il voto all'estero, consultare la pagina web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee 2024: chi, quando e come si vota. La data delle elezioni

ViterboToday è in caricamento