rotate-mobile
POLITICHE SOCIALI

Regione e Asl puntano tutto sui servizi, focus su disabili e anziani: pronti 170 milioni di euro per i non autosufficienti

A Viterbo l'assessore regionale Massimiliano Maselli annuncia il piano d'investimenti sul sociale, ma c'è l'ostacolo dei 400 milioni di debito

Servizi è la parola magica di questa fase storica secondo Daniele Sabatini, consigliere regionale viterbese nonchè capogruppo di Fratelli d’Italia alla Pisana. “Sono ciò che il cittadino si aspetta - ha detto all’incontro di oggi pomeriggio organizzato dal partito - di cui un’intera famiglia o un’intera comunità ha bisogno. E spesso questo desiderio viene espresso con dolore perché non si riesce a trovare una risposta. L’obiettivo della Regione è portare avanti linee innovative per fornire servizi sempre più efficaci”. 

Egisto Bianconi-2

Ed è questo l’intento anche di Egisto Bianconi, commissario dell’Asl di Viterbo: “La Tuscia ha un’aderenza a dei valori che rendono possibile sviluppare alcune politiche sociali nuove e funzionali. All’ultima riunione Anci abbiamo riflettuto sull’opportunità di unire l’Asl e i Comuni sull’assistenza e il sociale, per accorpare un budget che oggi è diviso e non consente il raggiungimento degli obiettivi per la collettività. È oggi possibile sviluppare un dialogo tra l’azienda sanitaria, i comuni e le associazioni, che sono fondamentali sul territorio. Vogliamo capire quali sono le necessità e consentire anche ai più fragili una degna vita, una parità dei diritti sostanziale. Per questo dobbiamo avviarci verso una politica d’integrazione, a breve organizzeremo una modalità di lavoro tra noi enti individuando le priorità da conseguire”. 

Alessia Savo-2

All’incontro c’era anche il presidente della Commissione sanità del Consiglio regionale, Alessia Savo, che ha parlato del Garante dei disabili, figura istituita dall’amministrazione Rocca a luglio: Tra i compiti di questo nuovo personaggio che verrà eletto tra due settimane c'è la responsabilità di promuovere la tutela dei diritti e degli interessi delle persone con disabilità e quella di prevenire e contrastare ogni forma di discriminazione, abuso e violenza. Il garante avrà anche il compito di sensibilizzare al rispetto della dignità umana e dei diritti di libertà e autonomia, in particolare riguardo alla rimozione delle barriere architettoniche, sensoriali e digitali. Infine, l’incarico di organizzare eventi formativi e di aggiornamento dei soggetti che operano a favore delle persone con disabilità. “Vogliamo puntare con forza - ha aggiunto Savo - anche su una nuova politica che riguardi la terza età, accorpando la medicina di prossimità per raggiungere ogni utente anche nel luogo più distante dai centri nevralgici per migliorare dall’accesso alle cure”.

Massimiliano Maselli-3

L’intervento più atteso era peró quello di Massimiliano Maselli, assessore alle politiche sociali della giunta Rocca. L’esponente meloniano ha annunciato il nuovo piano d’investimento mirato ai non autosufficienti, con un occhio naturalmente al bilancio della Regione, che non versa in condizioni ottimali. “Ci sono - ha dichiarato - i 400 milioni di euro del 2022 che noi stiamo ripianando, che rappresentano un handicap. Stiamo cercando di ripianarli con risorse regionali e questa è una grande novità. Le giunte precedenti andavano in banca e contraevano debito, che infatti ormai ha raggiunto 28 miliardi. Noi invece vogliamo farci carico anche di questo senza peggiorare una situazione già critica. Il nuovo piano regionale della non autosufficienza è stato approvato in tempi veloci nonostante la precarietà finanziaria. Lo strumento ha molte più risorse rispetto al passato, sia nel 2023 che nel 2024. Parliamo di circa 170 milioni spalmati in due anni che saranno destinati a quelle famiglie oggi in seria difficoltà, che devono supportare anche un parente gravemente malato e che meritano un aiuto concreto. A questo proposito è pronta anche la proposta di legge a sostegno dei caregiver, figure dall’ampio valore sociale perché mettono a disposizione la loro vita per assistere quella dei più fragili”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione e Asl puntano tutto sui servizi, focus su disabili e anziani: pronti 170 milioni di euro per i non autosufficienti

ViterboToday è in caricamento