rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
VERSO LE ELEZIONI / Tarquinia

Comunali a Tarquinia: Mentre Giulivi riflette il centrodestra si ricompatta, ipotesi Sileoni nel Pd. Tosoni torna nella Lega?

Cominciano a muoversi le acque in vista delle amministrative 2024: a Tarquinia c'è una delle partite più interessanti

Il prossimo 9 giugno sono in programma le elezioni amministrative. Una tornata importante che coinvolgerà diversi comuni della Tuscia, tra cui alcuni grandi centri. Tra questi c’è Tarquinia, dove si profila una delle partite più interessanti. Gli elettori chiamati alle urne saranno quasi 14mila, 13mila 551 per l’esattezza, e i partiti cominciano a muoversi al fine di preparare liste e, soprattutto, candidati sindaci.

L’uscente Alessandro Giulivi, facoltoso imprenditore in carica dal 2019, non ha ancora rese note le sue intenzioni. Ad oggi una sua candidatura è probabile, anche perché le alternative scarseggiano. Il suo nome gode di buona fiducia all’interno di Fratelli d’Italia, che fa parte della sua giunta comunale e della maggioranza in consiglio. Dopo quasi cinque anni di amministrazione, il primo cittadino punterebbe a strappare nuovamente la fiducia dei tarquiniesi sfruttando alcuni dei suoi cavalli di battaglia della passata campagna elettorale: pedonalizzazione di alcune aree della città tramite le Ztl, maggiore attenzione alla viabilità attraverso l’installazione di tutor e autovelox, riqualificazione del lido, difesa del territorio e soprattutto il progetto Smart city, che ha attirato peraltro le attenzioni dell’imprenditore cinese Alex Lin. Malgrado le premesse, Giulivi non è riuscito a portare a termine tutti i provvedimenti inseriti nel suo programma amministrativo. Questo anche a causa dell’instabilità della sua maggioranza, cambiata più volte nel corso dei cinque anni di mandato. La rottura più clamorosa è certamente quella con la Lega, partito dal quale il sindaco è uscito dopo una lunga polemica.

Tuttavia, quello di Giulivi potrebbe non essere l’unico nome in corsa. Dopo quanto successo all’Università agraria, con il centrodestra - Lega esclusa - che si è ricompattato per impostare una visione condivisa anche e soprattutto in vista delle comunali, Fratelli d’Italia, Forza Italia e UdC ora ragionano su un profilo congeniale a tutti da presentare all’elettorato. Le frizioni dei mesi passati sembrano essere superate, anche se parlare di una fumata bianca sembra ancora prematuro. Chiaramente, un’uscita allo scoperto dell’attuale sindaco potrebbe sparigliare le carte, ma se dal tavolo dovesse uscire un accordo di massima allora le cose cambierebbero di gran lunga per lui.

A proposito di Lega, i salviniani potrebbero assistere a un ritorno di fiamma. Martina Tosoni, ex assessora della giunta Giulivi, sarebbe sulla strada del rientro nel Carroccio. In questi giorni, ha annunciato un incontro sul porto turistico a Tarquinia insieme all’assessore Pasquale Ciacciarelli. Un segnale che, secondo molti, farebbe pensare a una marcia indietro sua e del suo gruppo d’appartenenza, guidato da Roberto Benedetti. E potrebbe essere proprio quello di Tosoni uno dei nomi da contrapporre a quello di Giulivi. Anche se si porrebbe in continuità con quest’ultimo, avendo avallato come prima sostenitrice molti dei provvedimenti - soprattutto quelli sulla viabilità e sui parcheggi -  della sua amministrazione. Nel caso in cui, invece, Giulivi non dovesse ricandidarsi, allora i leghisti potrebbero anche pensare di ricongiungersi al resto degli alleati lasciandosi alle spalle le vecchie ruggini.

Infine, c’è il centrosinistra. È ufficialmente naufragata la pista che portava al nome di Pietro Pacini come candidato sindaco. Il tavolo, composto da Pd, forze di sinistra e UdC, dopo tanto rumore, alla fine non è riuscito a trovare un accordo di massima per chiudere le trattative. E così, mentre i centristi di Gino Stella ora si ritrovano da capo a dodici, il Pd sembra ormai aver deciso chi candidare per la corsa al palazzo comunale: Alessandra Sileoni, archeologa, presidente della Stas (Società tarquiniense d’arte e storia) ed esperta di topografia antica. Un nome della società civile che, già alle scorse elezioni, si era presentata in una lista civica riconducibile ai dem senza tuttavia riuscire a venire eletta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali a Tarquinia: Mentre Giulivi riflette il centrodestra si ricompatta, ipotesi Sileoni nel Pd. Tosoni torna nella Lega?

ViterboToday è in caricamento