rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
IL DEBUTTO

Insediato il nuovo consiglio provinciale, al momento non c’è una maggioranza. Zelli lascia il posto a Giampieri

Debutta il nuovo parlamentino di via Saffi, che resta senza una maggioranza di governo. Giulio Zelli, eletto consigliere regionale, lascia il posto in Provincia a Luca Giampieri e ricorda Valentina Paterna

Stamattina si è insediato il nuovo consiglio provinciale, con i 12 consiglieri eletti alle ultime elezioni del 17 marzo. Il presidente della Provincia, Alessandro Romoli, era atteso per delle comunicazioni che, secondo i partiti, avrebbero dovuto interessare la composizione della nuova maggioranza che governerà l’ente ma invece, a sorpresa, il numero uno di Forza Italia non ha fatto alcun accenno ad accordi o intese di massima con Fratelli d’Italia, Pd e Patto Civico. Al momento, dunque, la Provincia resta senza un’amministrazione, con il presidente che - come prevede la legge - può mandare avanti le attività in solitaria tramite decreti. 

Nessuna novità sul fronte politico, dunque. Gli interventi dei consiglieri sono stati tutti dettati dalla circostanza, con l’annuncio che saranno costituiti i gruppi consiliari. Il Pd darà vita a Tuscia Democratica, nel quale figurano Lina Delle Monache, Pietro Nocchi, Giulia De Santis e Maurizio Palozzi. Forza Italia comporrà il gruppo Azzurri per la Tuscia, rappresentato da Ermanno Nicolai e Francesco Ciarlanti. Viterbo2020, partito del sindaco di Viterbo Chiara Frontini, invece, ha formato il gruppo Patto Civico per la Tuscia, con al suo interno Umberto Di Fusco e Maria Rita De Alexandris. Infine c’è Fratelli d’Italia, con Tuscia Tricolore, nel quale sono confluiti i quattro eletti: Stefano Zacchini, Nello Campana, Luca Profili e Giulio Zelli. Quest’ultimo, tuttavia, lascerà il consiglio. Ed è questa l’unica vera notizia della giornata.

Giulio Zelli-2

Zelli, come anticipato da ViterboToday, è stato proclamato consigliere regionale a seguito della prematura scomparsa di Valentina Paterna, eletta alla Pisana nelle liste di Fratelli d’Italia. Come prevede la linea di successione in caso di eventi tragici come quello occorso il 26 marzo, il vetrallese le è subentrato in Regione. Il ruolo di consigliere regionale non è incompatibile con quello di consigliere regionale, ma Zelli ha comunicato di rinunciare al suo seggio, che verrà quindi occupato da Luca Giampieri, primo dei non eletti nella lista Tuscia Tricolore.“L’impegno che mi sono trovato a prendere - ha detto Zelli - è molto importante e molto oneroso. Prossimamente dovrò rassegnare le dimissioni, non perché sussiste un’incompatibilità ma perché sono solito prendere gli impegni in maniera seria e continuativa. L’impegno a Vetralla e quello in Regione mi renderebbe difficile onorare fino in fondo questo importante riconoscimento che gli amministratori della Tuscia mi hanno voluto dare. Mi voglio scusare con loro, perché questa cosa è accaduta nel peggior modo possibile”. Il riferimento è alla morte di Paterna, che Zelli ha ricordato in aula: “Purtroppo questa terribile circostanza che ha portato via valentina dalla nostra comunità ha condizionato tutta una serie di scelte che riguardavano in primis il sottoscritto. Volevo ricordare Valentina, la persona che è stata. Le ultime volte che ho avuto la fortuna di vederla e sentirla, mi chiedeva sempre come stessi. Lei a me, e questa cosa mi è rimasta veramente dentro. Non è facile ricordare una persona così solare, disponibile e aperta a qualunque possibilità della vita. Una sorte veramente infame e ingenerosa per la persona che è stata”. 

Nei prossimi giorni, la Provincia comunicherà le date del prossimo consiglio, mentre i partiti procedono nelle mediazioni con Romoli al fine di capire le intenzioni del presidente. Le ipotesi sono tre: una maggioranza di centrodestra targata Forza Italia-Fratelli d’Italia, una “trasversale” Forza Italia-Partito democratico e, infine, una a larghe intese con FI, Pd e il Patto Civico di Frontini. La quarta via, come detto, è quella che prevede l’assenza di una maggioranza, con Romoli che porterà avanti l’amministrazione firmando decreti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insediato il nuovo consiglio provinciale, al momento non c’è una maggioranza. Zelli lascia il posto a Giampieri

ViterboToday è in caricamento