rotate-mobile
POLITICA

Legge sull'oblio oncologico, Salvatori (FdI): "Una battaglia importantissima vinta contro la discriminazione sociale"

La legge sull'oblio oncologico prevede che non sia ammessa la richiesta di informazioni concernenti lo stato di salute relativamente a patologie oncologiche il cui trattamento attivo si sia concluso in deterinate procedure

"Riceviamo da Donatella Salvatori e pubblichiamo"

Esprimiamo grande soddisfazione per l’approvazione della proposta di legge parlamentare sull'oblio oncologico approvata il 05 dicembre 2023. Mozione approvata all’unanimità anche dal Consiglio regionale del Lazio . È una conquista per tutti coloro che hanno affrontato la malattia oncologica per prevenire le discriminazioni e tutelarne i diritti. Questa legge prevede nei casi di procedure per l'adozione, richiesta di mutui e pratiche bancarie e assicurazioni, così come nelle procedure concorsuali, non sia ammessa la richiesta di informazioni concernenti lo stato di salute relativamente a patologie oncologiche il cui trattamento attivo si sia concluso, senza episodi di recidiva, da più di dieci anni alla data della richiesta.

Una battaglia importantissima vinta contro la discriminazione sociale, per far sì che tutti possano vivere senza sentirsi malati per sempre.

Donatella Salvatori
Responsabile del Dipartimento alle politiche sociali Fratelli d’Italia Viterbo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge sull'oblio oncologico, Salvatori (FdI): "Una battaglia importantissima vinta contro la discriminazione sociale"

ViterboToday è in caricamento