LA POLEMICA / Centro Storico / Via Guglielmo Marconi

"Con il Mercato europeo via Marconi invasa da odore di fritto e immondizia, non era meglio valle Faul?"

I consiglieri comunali di FdI sulla manifestazione del fine settimana: "Poca merce tipica e commercianti non coinvolti, con le bancarelle che hanno coperto i negozi"

"Molti errori con il Mercato europeo". Il gruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale interviene sulla manifestazione che nel fine settimana scorso si è tenuta nel centro storico di Viterbo, in particolar modo in via Marconi.

"L'idea del Mercato europeo - affermano Laura Allegrini, Antonella Sberna, Matteo Achilli e Pietro Amodio - può essere valida ma la realizzazione non è stata all'altezza. Da riqualificare la merce in vendita, poca quella tipica, da acquistare o consumare. Sbagliata, a nostro parere, pure la dislocazione. Via Marconi, invasa di odore di fritto, non era certamente la sede più adatta, anche perché tutte le bancarelle coprivano i negozi ovviamente chiusi. Cose tipiche da acquistare molto poche, al pari di un mercato ordinario".

I consiglieri comunali di FdI si chiedono: "Un mercato fatto così cosa ha lasciato a Viterbo? I commercianti non sono stato coinvolti. Il centro invaso da bancarelle maleodoranti (non era meglio valle Faul?), che hanno fatto solo concorrenza ai locali di somministrazione e ristorazione. Molta immondizia in giro ancora stamani, come si può vedere dalla foto scattata davanti sede della Regione alle 9 di lunedì 17 giugno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Con il Mercato europeo via Marconi invasa da odore di fritto e immondizia, non era meglio valle Faul?"
ViterboToday è in caricamento