rotate-mobile
Politica

Il ministro Sangiuliano nella Tuscia: "Villa Lante tra i grandi musei italiani, come Pompei e il Colosseo"

Visita del ministro della Cultura nei luoghi storici e simbolo della provincia: tappe a Soriano nel Cimino, Bomarzo e Bagnaia. Rotelli (FdI): "È stato un tributo alla ricchezza culturale del territorio"

Il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano in visita nella Tuscia e nei suoi luoghi storici. Ieri, domenica 15 ottobre, la giornata è iniziata a Soriano nel Cimino, tra sagra della castagna e palazzo Chigi Albani. "A Soriano - commenta Sangiuliano - per una manifestazione storica e di rievocazione. Le tradizioni popolari e le rievocazioni storiche appartengono all'identità della nazione".

Poi tappa al parco dei mostri di Bomarzo in occasione della ricorrenza dei 500 anni della nascita del fondatore del sacro bosco Vicino Orsini. Infine villa Lante a Bagnaia, dove Sangiuliano ha potuto ammirare uno dei giardini rinascimentali più belli del mondo. Nella frazione di Viterbo il ministro è stato accolto dalla sindaca Chiara Frontini.

"Abbiamo approvato in consiglio dei ministri, in una prima fase e poi dopo tutti i pareri dati definitivamente dagli organi appositi, il passaggio dei musei autonomi da 44 a 60 e all'interno del disegno c'è anche villa Lante - dice Sangiuliano -. Cosa significa diventare museo autonomo? Avere più risorse, una maggiore capacità gestionale, una maggiore efficienza nelle scelte che la dirigenza che verrà andrà a fare. In questo modo questa splendida villa verrà elevata allo stesso rango che è stato riconosciuto agli Uffizi, al parco archeologico di Pompei, a quello del Colosseo o alla pinacoteca di Brera, cioè i grandi musei italiani. Un riconoscimento del valore storico-museale di villa Lante e delle sue potenzialità, anche come fattore di sviluppo socio-economico del territorio".

GALLERY | Il ministro Sangiuliano in visita nella Tuscia

Sangiuliano è stato accompagnato nelle visite dal deputato di Fratelli d'Italia Mauro Rotelli. "Lo ringrazio - afferma Sangiuliano - perché ci è stato vicino in questo percorso. È stato lui a segnalarmi la potenzialità di villa Lante e quindi la necessità di includerlo in questo processo. Ovviamente ci saranno un direttore e un consiglio di amministrazione ma, al di là di questo, ci saranno le risorse. Il mio impegno sarà portare anche risorse umane per una gestione più completa. Il sito è già in ottime condizioni e ringrazio chi ci lavora ogni giorno, però possiamo fare molto di più, perché con i 7 milioni di euro messi a disposizione dal Pnrr abbiamo una grande potenzialità da sviluppare".

Rotelli, dal canto suo, commenta: "In occasione della visita a villa Lante il ministro ha ricordato quella che è stata una significativa evoluzione nel settore museale. Con l'approvazione del passaggio dei musei autonomi da 44 a 60, sono rientrate in questa categoria anche le quattro ville monumentali della Tuscia: villa Lante a Bagnaia, palazzo Altieri a Oriolo Romano, villa Giustiniani a Bassano Romano e palazzo Farnese a Caprarola. Si tratta di un provvedimento che ne riconosce il valore e l'importanza storico-culturale. L'autonomia concessa è una scelta operativa che consente di elevarne la qualità e la fruibilità. Aumentando le capacità gestionali, si permette ai quattro siti di diventare punti di riferimento turistici. Si tratta di un riconoscimento dell'inestimabile valore storico e museale, che offre loro la possibilità di divenire un fulcro di sviluppo socio-economico per il nostro territorio".

Rotelli ringrazia Sangiuliano. "La sua presenza attenta e fattiva sul nostro territorio ha dimostrato la grande attenzione sua e di tutto il governo per la nostra provincia e per le bellezze storiche, architettoniche e di tradizioni millenarie che caratterizzano i borghi e le città della Tuscia. Ringrazio, inoltre, tutti gli amministratori locali e gli addetti ai lavori di Soriano, Bomarzo e Viterbo per essere stati presenti e per aver arricchito la visita con informazioni tecniche. Ci auguriamo di poter riavere presto il ministro nel nostro territorio e che grazie a questi momenti di conoscenza istituzionale si possano rivolgere interventi e attenzione alle nostre realtà della Tuscia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministro Sangiuliano nella Tuscia: "Villa Lante tra i grandi musei italiani, come Pompei e il Colosseo"

ViterboToday è in caricamento