Lunedì, 15 Luglio 2024
IL SUBENTRO ALL'INFO POINT

Non si placano le polemiche sull'affidamento dell'ufficio turistico, Marini: “Non è vero che la politica non c'entra nulla”

Il consigliere risponde alle spiegazioni date in consiglio dalla sindaca Chiara Frontini. Nel frattempo “Luoghi del Medioevo” è pronta a prendere il servizio in gestione

La nuova azienda che prenderà il posto di Promotuscia nel nuovo ufficio turistico che sorgerà nell'ex ristorante Lazzaretto, sarà Luoghi del Medioevo srl. Agenzia di viaggi pistoiese che da anni lavora nel settore della promozione turistica, prestando i servizi a trenta comuni attraverso la Destination Management Company “Medieval Italy”. Dal sito ufficiale possiamo leggere il focus dell'azienda: creare un prodotto “Italia” di turismo storico e rievocativo, profondamente incentrato sull'autenticità medievale dei luoghi.

A dare vita alle discussioni è stata la modalità con cui il Comune ha intercettato l'attività. Non un bando, ma un affidamento diretto, di cui, come ammesso dalla sindaca Chiara Frontini nell'ultimo consiglio comunale, la politica non si è occupata. Per Giulio Marini, consigliere del gruppo misto, l'iter di affidamento “è stato troppo confuso”. “Anche se fosse stata una scelta politica non è stato spiegato perché proprio questa agenzia di viaggi – commenta Marini -. Gli amministratori possono indicare chi secondo loro può ricoprire meglio un servizio, ma poi devono dare spiegazioni”.

“Non sono arrivate risposte alle mie domande – continua l'ex sindaco -. Un atto amministrativo racchiude una storia e in questo caso sappiamo che quattro mesi fa è stato fatto un avviso pubblico, tramite il mercato elettronico, affidando il servizio turistico per un brevissimo arco temporale. Poi si fa un incarico ad personam alla nuova azienda”.

Per Marini a mancare, nella vicenda amministrativa, è la trasparenza. “Possono prendere per il culo qualcun altro. Non è vero che la politica non c'entra nulla. Basta vedere la determina con cui si cambia il luogo per la vendita dei buoni mensa scolastici, (spostata dall'ufficio turistico ai locali al poggino dove risiede l'azienda che prepara i pasti ndr) nel documento c'è scritto che è frutto della proposta dell'assessore. Quindi non si può scaricare la responsabilità sui tecnici, quando ci sono responsabilità politiche” conclude il consigliere.

La nuova azienda che gestirà l'info point entrerà in un momento topico per il turismo viterbese. La nuova macchina di Santa Rosa, Dies Natalis, esordirà il prossimo 3 settembre, poi l'anno giubilare che dal primo gennaio porterà oltre un milione di turisti nella capitale, con parte di questi che giungeranno anche a Viterbo. Quindi la speranza è che sin da subito il lavoro promozionale entri a regime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si placano le polemiche sull'affidamento dell'ufficio turistico, Marini: “Non è vero che la politica non c'entra nulla”
ViterboToday è in caricamento