rotate-mobile
IL RICONOSCIMENTO

L'artista, la chef, l'atleta e la "custode" del Sacro bosco: 4 donne eccellenti premiate per passione, merito e coraggio 

Ecco a chi è stato assegnato il premio Eccellenza donna, istituito dal dipartimento Tutela vittime di Fratelli d'Italia

Passione, merito, coraggio. Queste le parole che caratterizzano il premio Eccellenza donna, istituito dal dipartimento Tutela vittime Fratelli d'Italia che ogni anno raggiunge l'intera provincia di Viterbo dedicando il premio a quattro eccellenze che si distinguono con il loro operato quotidiano in diversi campi di competenza.

I premi sono stati consegnati nella sala del bar Vittoria, a Viterbo, alla presenza di amministratori e sindaci della provincia, oltre alle donne di Fratelli d'Italia che hanno promosso e animato questo pomeriggio insieme. Presente anche il consigliere regionale Daniele Sabatini, le consigliere Allegrini e Sberna del Comune di Viterbo e la sindaca di Vejano Teresa Pasquali.

Le premiate

C'è la passione dell'artista Mariella Gentile, che dipinge fin da piccola e che sperimenta una tecnica nuova che le permette di esporre i suoi dipinti nel mare, lanciando un messaggio di ritorno alle origini, di lasciare andare per affrontare nuovi inizi e nuove sfide.

C'è il merito della chef Stefania Mancini, cresciuta con un bagaglio enogastronomico di ben tre generazioni di ristoratori e che ha deciso di mantenere la sua attività nel centro storico fondando le ricette tradizionali con l'attenzione di creare un menu per tutti completamente gluten free.

C'è il coraggio di una professionista come Angelica Bettini, che lascia la carriera di avvocato per dedicarsi alla valorizzazione del Parco dei mostri di Bomarzo, sia attraverso nuove strategie di marketing che alla creazione di eventi innovativi come mostre o illuminazioni e visite in notturna per mettere ancora più in evidenza le bellezze e le originalità del parco e creare nuovi flussi turistici sull intera Tuscia.

Infine passione, merito e coraggio sotto la spontanea bellezza di Ivana Crispoldi, campionessa italiana di ginnastica artistica con disabilità, che ci parla attraverso i racconti della mamma di una bellissima sfida iniziata all'età di 4 anni fatta sì di sacrifici e di regole ma anche di formazione del carattere, di creazione di amicizie e di belle emozioni straordinarie quando ci si riempie di orgoglio dopo aver superato ostacoli che sembravano insormontabili.

Un premio speciale anche ad Alessandra Di Marco per il suo lavoro imprenditoriale e di collante associativo volto ad animare il meraviglioso centro storico di Viterbo.

"In questo spirito di determinazione e condivisione ci ritroviamo tutte. In questo si assomigliano tutte le eccellenze, in quel modo speciale di accettare una sfida con coraggio e trasformarla in una opportunità per tornare nuovamente a splendere", commenta Serenella Bovi, responsabile del dipartimento tutela vittime di FdI.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'artista, la chef, l'atleta e la "custode" del Sacro bosco: 4 donne eccellenti premiate per passione, merito e coraggio 

ViterboToday è in caricamento