rotate-mobile
I NEO ELETTI / Tarquinia

Martedì il primo consiglio dell'Università agraria: elezione del presidente del consiglio e linee di indirizzo

Dopo la campagna elettorale battente e l'elezione del presidente Riglietti, iniziano le attività dell'ente

Una serratissima campagna elettorale, l'elezione del presidente e ora iniziano le attività. Martedi 30 aprile a Tarquinia la prima seduta del consiglio di amministrazione dell'Università agraria in cui si eleggerà il presidente del consiglio e si daranno le linee di indirizzo della maggioranza. Il candidato presidente della lista Civici per l'Agraria, Giovanni Marchetti, e i consiglieri Ascenzio Benedetti e Andrea Ortenzi siederanno tra i banchi della minoranza pronti a proporre alternative alle politiche dell'Ente e garantire un controllo democratico e trasparente dello stesso.

A pochi giorni dal voto che ha visto la vittoria di Alberto Riglietti, sostenuto dall'attuale amministrazione comunale targata Fratelli d'Italia, Giovanni Marchetti intende ringraziare tutti i cittadini che hanno sostenuto la lista Civici per l'Agraria: "Vorrei ringraziare personalmente ognuno di voi per il sostegno e la preferenza che avete espresso per la nostra lista, per i nostri candidati e per la mia persona. Questo ringraziamento è doveroso da parte mia per l'affetto e la vicinanza che ci avete dimostrato in questi ultimi mesi- ha fatto sapere Marchetti - E' stata una campagna elettorale intensa, avevamo due schieramenti molto compatti di fronte, sostenuti, più e meno palesemente, da forze politiche importanti. La nostra lista, invece, contrariamente a quanti hanno dichiarato, non ha avuto l'appoggio di nessun partito politico, dimostrando di saper farcela da sola, questa è stata la scommessa più importante. Avevamo progetti di ristrutturazione e risanamento dell'Ente, lo faremo con convinzione e audacia tra i banchi dell'opposizione, favorendo un dialogo costruttivo tra le diverse forze politiche nella difesa dei diritti e degli interessi della comunità e dell'università. Auspichiamo che dal lavoro condiviso si possa finalmente ridare la spinta giusta all'agraria, un patrimonio che ci appartiene e che è parte integrante di tutta la comunità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì il primo consiglio dell'Università agraria: elezione del presidente del consiglio e linee di indirizzo

ViterboToday è in caricamento