rotate-mobile
IL PASTICCIO

La giunta pasticcia sugli scuolabus: nuovo regolamento stracciato in commissione

Uscita a vuoto della maggioranza sul regolamento per il funzionamento degli scuolabus

Pasticciaccio brutto in commissione, dove la maggioranza Frontini si è vista costretta a dover ritirare il regolamento per il funzionamento scuolabus. L’idea iniziale era quella di rivedere l’originale, redatto ormai diversi anni fa, nel 2009,  introducendo nuovi criteri per la formazione delle graduatorie. Nel dettaglio, oltre all’Isee, la proposta era quella di prendere in esame anche altre problematiche ma, alla fine, quel che ne è uscito è un documento pasticciato ed impresentabile che già il 22 aprile aveva portato alla sospensione della commissione congiunta.

Stamattina, a Palazzo dei Priori, è andato in scena il secondo atto. Ma il risultato non è cambiato. Alessandra Troncarelli del Pd aveva letteralmente demolito il testo dell’atto, evidenziandone le lacune: dall’assenza di riferimenti ai bambini disabili a quelli confusi sugli iscritti alle scuole primarie e secondarie tra i destinatari del servizio. Insomma, un gran bel caos. Il documento, peraltro, non poteva nemmeno essere emendato, visto che non si riusciva a stabilire se si trattasse di un nuovo regolamento o meno. Un mostro giuridico. Anche la maggioranza ha recepito delle incongruenze e dunque ha optato per la sospensione tre settimane fa. Come comunicano dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, stamani la maggioranza ha deciso di ritirare definitivamente la delibera.

“Grazie alle osservazioni fatte dal gruppo di Fratelli d’Italia - spiegano in una nota - questa mattina le commissioni congiunte Prima e Quarta, riunite per la seconda volta, hanno dovuto assistere al ritiro della delibera contenente il Regolamento per il funzionamento degli Scuolabus. Non e’ dato sapere se per problemi tecnici o diversità di vedute all’interno della maggioranza ma, di fatto, l’assessore Katia Scardozzi ha dovuto dar  ragione all’opposizione e alle osservazioni precedentemente fatte dal Gruppo di Fratelli d’Italia”. La commissione è durata pochissimo: “5 minuti. Sarebbe stato meglio sconvocarla prima, ma tant’è. Fratelli d’Italia non può che prendere atto dell’inadeguatezza dell’amministrazione ma sottolinea il dato positivo dell’ascolto dei suggerimenti dati. Speriamo che il ripensamento porti a riscrivere un atto importante per la gioventù viterbese e per tutte le famiglie che hanno bimbi a scuola. Noi siamo sempre pronti a dare il nostro contributo di idee e progetti. Solo che si venga ascoltati per tempo evitando episodi come quello odierno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta pasticcia sugli scuolabus: nuovo regolamento stracciato in commissione

ViterboToday è in caricamento