rotate-mobile
LE DICHIARAZIONI

Discarica di Monterazzano, Rocca contrattacca: "Individuati siti a Latina e Frosinone, su Viterbo fake news"

Il presidente della Regione Lazio replica alla sindaca Frontini e al presidente della Provincia Romoli e annuncia di essere vicino a una risoluzione sulla questione rifiuti

Proprio nel giorno in cui dalla Pisana è stato pubblicato l'atto finale che autorizza l’ampliamento della discarica di Monterazzano per un quarto invaso da 550mila metri cubi, il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, da Viterbo risponde agli attacchi di Chiara Frontini e Alessandro Romoli. Una replica durissima, arrivata dal palco di piazza del Gesù, dove la candidata alle europee Antonella Sberna ha incontrato gli elettori insieme al gotha viterbese di Fratelli d’Italia. 

Rocca era nel capoluogo per sostenere la candidatura di Sberna. Assieme a lui i consiglieri regionali Daniele Sabatini, capogruppo di FdI, Giulio Zelli, presidente della commissione Ambiente e Agricoltura, ed Enrico Tiero. Sul palco anche Mauro Rotelli, Massimo Giampieri, Laura Allegrini, Paolo Trancassini e Roberta Angelilli, vicepresidente della Regione. Lo stato maggiore meloniano. Il presidente ha preso la parola per un intervento breve ma piuttosto chiaro: “Sono qui - ha detto - anche per smentire le tante fake news che circolano in questa provincia. Devo togliermi qualche sassolino dalle scarpe. Notizie false che, tanto per cominciare, sono state diffuse da parte della sindaca rispetto alla discarica di Monterazzano, rispetto alla situazione che abbiamo ereditato e a quello che faremo per il territorio della Tuscia. Io l’ho detto con chiarezza, mettendoci la faccia, che non permetterò che Viterbo sia la discarica regione come abbiamo ereditato”. Non a caso, questo era stato uno dei claim della sua campagna elettorale nel 2023. Rocca lo ribadisce e aggiunge: “Il piano rifiuti non lo ha fatto questa giunta ma quella precedente, lo abbiamo ereditato. Questo va spiegato con chiarezza”. Il riferimento è al piano regionale di gestione dei rifiuti, redatto dall’allora amministrazione Zingaretti. Al suo interno, come ormai noto da tempo, il famoso emendamento che prevedeva, per gli Ato non autosufficienti, i conferimenti negli Ato di prossimità con a disposizione una discarica funzionante. Quello, per Rocca, è il nocciolo della questione.

Il presidente poi rivela: “Sono andato personalmente nelle province di Latina e Frosinone, dove abbiamo già individuato i siti”. Una confessione molto importante che, unita alla notizia del via libera al termovalorizzatore a Roma, fa ben sperare per la Tuscia, che presto potrebbe smettere di accogliere l’immondizia delle altre province. Sul punto, non manca una stoccata ad Alessandro Romoli: “Ho parlato con gli amministratori di Latina e Frosinone, mi auguro siano più seri del presidente di questa provincia, che usa il tema dei rifiuti in questo periodo”. Serietà, parola con la quale Rocca conclude il suo intervento: “Questo è il momento delle persone serie per le battaglie che abbiamo davanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica di Monterazzano, Rocca contrattacca: "Individuati siti a Latina e Frosinone, su Viterbo fake news"

ViterboToday è in caricamento