BILANCIO TRAGICO

Tari e Imu non pagate, buco da oltre 5 milioni di euro. Bruzziches: "Bene la caccia ai morosi, basta con i proclami"

Tra tassa sui rifiuti e imposta municipale propria, dalle casse del Comune mancano più 5 milioni di euro. Il consigliere di opposizione Marco Bruzziches si dice preoccupato e sollecita Frontini ad agire

Imu e Tari, mancano all'appello oltre 5 milioni di euro. Il Comune inizia a correre ai ripari, avvertendo l'Agenzia delle entrate della situazione e affidandosi a società specializzate, ma recuperare le somme dovute sarà molto, molto complicato. Come rivelato da ViterboToday, per quanto riguarda la tassa sui rifiuti - al momento - si contano oltre 2 milioni di euro di evasione, una cifra probabilmente destinata a salire man mano che gli uffici passeranno al vaglio le carte. Per quel che concerne l’imposta municipale propria, invece, i "furbetti" hanno già causato un buco da oltre 3 milioni di euro. A certificare quanto sia complesso andare a riscuotere gli importi è proprio palazzo dei Priori, che ha comunicato di essere riuscita a riprendere soltanto 199mila euro sull’Imu a fronte del complessivo da tre milioni. Sulla Tari, invece, non è dato sapere quanti soldi siano stati riottenuti.

A commentare la situazione, a ViterboToday, è il consigliere comunale Marco Bruzziches. L’ex esponente di maggioranza, oggi passato all’opposizione, ha avuto degli scontri piuttosto aspri con l’amministrazione proprio per quel che riguarda la questione morosità. Bruzziches si era concentrato particolarmente sui furbetti degli affitti, ossia tutti quei personaggi (imprenditori e cittadini) che per anni non hanno pagato i canoni di locazione degli immobili di proprietà comunale. Anche lì, si è scoperto, c’erano fitti passivi da migliaia di euro, che potrebbero diventare man mano addirittura milioni. “È di primaria importanza - dichiara Bruzziches - che gli uffici preposti al controllo svolgano il proprio compito indipendentemente dal colore politico della giunta di turno, senza annunci roboanti o proclami. Perciò, bene se finalmente è iniziata una seria caccia ai cosiddetti furbetti morosi”. 

Sebbene, come detto, ci siano da riscuotere sicuramente più di 5 milioni, per il momento il Comune si è limitato a mettere in campo tutte le azioni necessarie affinché vengano istituite le procedure di recupero. “Possiamo essere tutti soddisfatti - dice Bruzziches - purché effettivamente si passi dagli annunci agli atti necessari”. Atti necessari che, in passato, non si sono visti. Anche in un passato piuttosto recente. “Perciò, se la politica iniziasse a ‘prendersela’ con chi non rispetta le regole, al di là delle conoscenze, delle antipatie o delle simpatie, forse il nostro motto ‘È ora’ inizierebbe ad avere un significato”. Questa la lapidaria conclusione del consigliere comunale d’opposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tari e Imu non pagate, buco da oltre 5 milioni di euro. Bruzziches: "Bene la caccia ai morosi, basta con i proclami"
ViterboToday è in caricamento