rotate-mobile
IL CASO

Perde parte del testicolo per un errore in sala operatoria, risarcito con 10mila euro

Il paziente aveva chiesto una cifra più alta ma la Asl ha proposto un accordo che è stato accettato

Errore in sala operatoria: perde parte del testicolo durante un intervento chirurgico, la Asl di Viterbo deve risarcirlo con 10mila euro. Il paziente, durante un'inguinotomia destra, avrebbe riportato danni da medical mal practice.

Lo racconta il Messaggero che riporta: "Secondo la tesi dell'accusa l'intervento sul testicolo, che solitamente si effettua in casi di sospetto tumore, non è stato eseguito a dovere, provocando danni sia dal punto di vista fisico sia psicologico che sarebbero stati evitabili. Si sarebbe trattato di un errore dei medici che lo avevano in cura".

Da qui la richiesta di 14mila 101,11 euro, oltre 3mila 500 euro più accessori per spese legali, come risarcimento danni. La Asl, dal canto suo, ha proposto un accordo che è stato accettato: il pagamento di 9mila euro in difetto di accettazione, 10mila omnia a totale tacitazione di qualsiasi pretesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde parte del testicolo per un errore in sala operatoria, risarcito con 10mila euro

ViterboToday è in caricamento