rotate-mobile
social Acquapendente

Borghi della Tuscia: Acquapendente tra sacro e profano, ecco la città dei Pugnaloni | FOTO

Il borgo è tra i luoghi della Tuscia più ricci di storia, eventi e tradizioni dal grande fascino. Ecco una mini guida per scoprirne i segreti

Conosciuta come la Gerusalemme d'Europa, Acquapendente è tra i comuni della provincia di Viterbo dalla storia più originale. Contrariamente a molti atri capoluoghi del territorio, la sua nascita non trova origini etrusche né romane. Tra le testimonianze storiche più accreditate c'è quella che fa risalire le prime edificazioni in questa area al 964 quando Ottone I costruì un castello. La tradizione narra anche che la madre dell'imperatore, Matilde, avrebbe favorito la costruzione di un sacello nelle stesse dimensioni del Santo Sepolcro - da qui l'appellativo Gerusalemme d'Europa - sul quale in seguito venne eretta la cattedrale. All'interno dell'edificio è custodita una pietra macchiata di sangue che si dice provenga dal Sepolcro di Gerusalemme.

Acquapendente: la storia della Gerusalemme d'Europa

Il patrimonio artistico di questo piccolo borgo può contare oltre che su notevoli palazzi storici, anche sulla presenza di varie torri. Accanto alla chiesa sorge Torre Julia de Jacopo mentre alle spalle della cattedrale spicca la Torre dell’Orologio, chiamata anche Torre del Barbarossa che faceva parte del castello imperiale.

Particolarmente affascinanti sono poi alcuni degli appuntamenti folkloristici che, ogni anno, tornano in scena ad Acquapendente. Tra questi c'è la festa dei cosiddetti Pugnaloni, particolari pitture effettuate su pannelli che vengono poi portati in processione lungo le vie del borgo medievale.

Cosa vedere ad Acquapendente

Murales
Via Francigena
Museo Del Fiore
Teatro Boni
Anfiteatro Cordeschi
Castello di Trevinano
Bosco del Sasseto
Le Fontane
Basilica del Santo Sepolcro
Le Chiese
Museo della Città
Castello di Torre Alfina
Riserva Monte Rufeno
Torre del Barbarossa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borghi della Tuscia: Acquapendente tra sacro e profano, ecco la città dei Pugnaloni | FOTO

ViterboToday è in caricamento