rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
social

Truffa dello specchietto: che cos'è e come difendersi. I consigli

Ecco come evitare di finire vittime di raggiri e truffe

C’è quella della gomma bucata, la finta fiancata strisciata e la più classica e celebre versione dello specchietto frantumato. Sono innumerevoli le truffe che ogni giorno vengono messe in atto con il chiaro obiettivo di raggirare e convincere i malcapitati a consegnare denaro contante nelle mani di sconosciuti. Ecco tutte le più diffuse truffe stradali.

Truffa dello specchietto

È una delle più utilizzate. All’automobilista viene fatto credere che la sua macchina abbia involontariamente urtato lo specchietto retrovisore del veicolo a bordo del quale si trova una persona che, con la scusa di non sporgere denuncia, tenterà di spillargli un po' di soldi.

La variante dell’orologio

C’è anche la versione del pedone che colpisce il malcapitato camminando e che racconta alla sua vittima una versione decisamente opposta dei fatti: è lei ad averlo colpito facendogli male ma non troppo. L'arguto furbetto, infatti, non ha nessuna intenzione di essere accompagnato in ospedale. Il suo scopo è un altro: rubare 50/100 euro. Per raggiungerlo vi racconterà la seguente storia: l'urto ha causato la rottura dell’orologio che porta al polso ma l'oggetto di valore non è suo, è del padre o di un amico insomma è in prestito, e per evitare la brutta figura deve ripararlo e dunque ha bisogno di un po' di denaro come risarcimento.

La fiancata strisciata

Un'altra derivazione della truffa dello specchietto è quella del finto incidente. L’automobilista sorpassa un’auto che va a rilento, sente un rumore sordo come di un sasso che colpisce la vettura. L’altro automobilista comincia a lanciare segnali accendendo e spegnendo i fari o suonando il clacson, intimando di fermarsi. Una volta fermi, il truffatore dice di essere stato colpito in fase di sorpasso. Di fatti le auto risultano strisciate. A questo punto inizia la “trattativa” economica per evitare di compilare il modulo cid e cercare di ottenere dei soldi.

Gomma bucata

Di più recente ideazione la moda di bucare le gomme alle vittime per rubare borse, cellulari, portafogli e quant'altro. La scenetta è più o meno sempre la stessa: il truffatore si avvicina all'auto che ha precedentemente puntato mentre il suo proprietario si è allontanato (spesso per prelevare al bancomat) e buca la gomma. Nel frattempo il proprietario torna, si accorge di avere la ruota a terra e inizia a sostituirla. Dietro di sé c'è un giovane al quale chiede una mano, ma il ragazzo, che gli aveva già sfilato il portafogli dalla giacca con tutti i soldi (appena prelevati) fugge via.

Come difendersi

Non lasciare mai oggetti di valore in auto, tenere il portafoglio in un luogo difficilmente raggiungibile e di diffidare dell'aiuto degli sconosciuti. Altrettanto in caso di danneggiamenti millantati è sempre preferibile non dare seguito a nessuna richiesta di denaro in contanti. In caso di sospetto meglio contattare il 112.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa dello specchietto: che cos'è e come difendersi. I consigli

ViterboToday è in caricamento