rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Calcio

Viterbese, penultimo posto che non basta per i playout: cosa dice il regolamento

Nonostante la vittoria e il raggiungimento del penultimo posto, in questo modo la formazione gialloblù non andrebbe ai playout. Si attende il ricorso al Coni: ecco perché

Ultimo turno di campionato dal sapore agrodolce per la Viterbese. La formazione di Lopez batte la Virtus Francavilla, si porta al penultimo posto che però, in virtù dei punti di differenza dalla quint'ultima, non garantirebbe ugualmente l'accesso ai playout. Nonostante ciò, i gialloblù aspettano e sperano: il ricorso al Coni sui due punti di penalizzazione potrebbe avere esito positivo e dunque permettere alla squadra di Lopez di agguantare proprio i playout, che verrebbero disputati contro il Monterosi Tuscia.

Ma perché, nonostante il penultimo posto, con 33 punti, la Viterbese non è ai playout? In questo caso dobbiamo chiamare in ballo il regolamento della Lega Pro, che dice che qualora la differenza tra la penultima in classifica e la quint'ultima sia superiore a 8 punti, non si passi per i playout e la retrocessione sia matematica. Così, vista la differenza di 9 punti tra Viterbese e Monterosi, non ci sarebbe più alcuna speranza per la squadra di Lopez. Nel caso in cui il Coni dovesse però restituire uno o entrambi i punti alla squadra gialloblù, si andrebbe proprio allo spareggio con i "cugini". Attenzione, però: anche il Monterosi ha aperto un ricorso, in questo caso alla corte d'appello della Figc, per chiedere la restituzione di due punti, tolti a loro come alla formazione di Romano. Dunque, per la Viterbese, la speranza è solo una: che il Coni decida di restituire loro almeno un punto e che la Figc non faccia lo stesso con la squadra di Menichini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viterbese, penultimo posto che non basta per i playout: cosa dice il regolamento

ViterboToday è in caricamento