Sabato, 20 Luglio 2024
Calcio

La Viterbese dopo la penalizzazione: "Siamo in regola con stipendi e tasse, vogliamo conoscere le motivazioni"

Il club gialloblù definisce "incomprensibile" la decisione del tribunale federale

Dopo la decisione del Tribunale Federale Nazionale riguardo una penalizzazione di due punti alla Viterbese, il club ha diramato un nuovo comunicato nel quale spiega di non comprendere le motivazioni, che non sono state rese note. La società di Serie C spiega di essere in regola con i pagamenti degli stipendi dei calciatori così come con le scadenza Inps e Irpef. Per questo motivo, la squadra guidata da Romano ricorrerà in tutti i gradi della giustizia sportiva - e non - per far valere le proprie motivazioni una volta conosciuta l'illecito che ha portato alla penalizzazione.

Il club scrive in una nota: "La Us Viterbese 1908 è ‘ancora’ in attesa delle motivazioni del Tribunale Federale Nazionale per una decisione che risulta ad essa ‘incomprensibile’. Incomprensibile dal momento che la nostra società ha regolarmente pagato gli stipendi dei calciatori, è in regola con le scadenze Inps ed Irpef, non ha in sospeso alcuna imposta, se non nell’ambito delle dilazioni concesse dalla normativa vigente. La Viterbese è dunque ‘curiosa’ di conoscere le motivazioni che hanno indotto la Disciplinare della Figc a sanzionare il nostro club, affinché possa poi ricorrere a tutti i gradi della giustizia sportiva e non solo. Certi che il lavoro e l’impegno quotidiano prevarranno sulla burocrazia di palazzo siamo fiduciosi che alla fine prevarrà la giustizia. La società gialloblù è intenzionata a tenere città, tifosi ed organi di stampa informati sulla vicenda e renderà noti, se necessario, tutti gli atti che la interesseranno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Viterbese dopo la penalizzazione: "Siamo in regola con stipendi e tasse, vogliamo conoscere le motivazioni"
ViterboToday è in caricamento