Domenica, 14 Luglio 2024
L'INTERVISTA

Stadio, l'ultimatum di Camilli: "Partecipo alla gara europea, ma Frontini deve prima sistemare Rocchi e Rossi"

Intervista all'imprenditore sponsor della Fc Viterbo, che annuncia le sue volontà e dice alcune cose alla sindaca

Stadio Enrico Rocchi: il Comune, come annunciato da ViterboToday, si farà carico di tutte le pratiche amministrative che riguardano l'impianto di via della Palazzina. Prima sarà firmata e poi portata sia in commissione che in consiglio comunale la delibera per riscattare la proprietà al 100% dell'impianto, poi sarà la volta dell'accatastamento e, infine, delle verifiche urbanistiche. Al termine dell'iter, l'amministrazione Frontini pubblicherà la gara europea per l'assegnazione, alla quale potranno partecipare tutti i soggetti che manifesteranno l'interesse. Ora, però, molti tifosi temono che al bando comunitario la Fc Viterbo, considerata erede calcistica della Viterbese, possa non partecipare. A fugare ogni dubbio è Piero Camilli, sponsor della società. 

Ha letto delle ultime novità comunicate dalla giunta Frontini sulla questione stadio?
“Ovviamente sì”. 

Quali sono le sue impressioni?
"Frontini prima di tutto deve mettere a posto il campo per bene, sia il Rocchi che il Rossi, poi può fare quello che vuole. Deve fare la manutenzione, un sindaco deve prima mettere a posto le sue cose. Lei può accatastarlo e il Rocchi e il Rossi cascano a pezzi, deve farlo”.

Sono state dette tante cose, in un primo momento sembrava anche l'amministrazione non potesse accatastare il Rocchi… 
"Svegliamoci tutti, loro in primis. Ma come si fa a pensare una cosa del genere? Se è così sono degli sciagurati".

Prima l'acquisizione del campo e poi le pratiche catastali, poi la gara europea. Questo il cronoprogramma, lei che ne pensa?
"Al di là del bando europeo, di quello cinese e di quello americano, Frontini ha un obbligo: quello di manutenere i beni di proprietà del Comune".

Come il Rossi…
"Esattamente, quello è del Comune e lo sanno benissimo. Sul Rocchi abbiamo scherzato, ma oggi ero a Viterbo e ho fatto un giretto lì al Rossi: era da vergognarsi. Venga al mio paese a vedere come funziona, le insegno ad amministrare la cosa pubblica".

E come funziona a Grotte di Castro, dove lei è sindaco?
"A parte che io ho il mio paese in confronto a Viterbo è un gioiello. Poi, da me, se un cittadino mi dice che gli manca la luce davanti casa la metto a posto in due minuti". 

Crede che Frontini sia della sua stessa scuola?
"No, a lei non ce l'hanno mandata. A me fa ridere quando dice: 'Noi siamo per la legalità'. Perché, gli altri no? Ma dove siamo qua, a Palermo? A Corleone? Ma per favore".

La gara europea prevede però la partecipazione di diversi soggetti, anche esterni al mondo del calcio e dello sport…
“A me non me ne frega nulla. L’importante è che ci sia una squadra a Viterbo che faccia calcio. Io sto a casa mia se è un problema, sto tanto bene…”

In che senso sta a casa?
“E che devo fare? Mi dite che partecipa mezzo mondo! Se io devo venire a Viterbo per fare un dispetto ai santi, facesse il presidente Aronne, faccia il guardialinee Frontini e compagnia bella”.

Eppure i tifosi confidano in lei...
“Prima cosa mettessero a posto il campo del Rocchi, poi lo dessero a chi gli pare. Fa schifo. Una volta sistemato vedremo…”.

Cosa intende per “vedremo”?
“Detta in modo semplice, se io avessi una cosa da mettere a posto, pubblica o privata che fosse, ad esempio un locale da affittare, prima lo metto a posto e poi lo metto in affitto. Oppure dico all’affittuario: ‘Ti sconto l’affitto e tu lo metti a posto’. Invece Frontini pensa al bando europeo, russo, indiano… lasciamo stare”.

E se dovesse passare del tempo? 
“Le squadre si fanno a marzo-aprile-maggio, non di corsa come quest’anno. Frontini mettesse a posto il campo ieri, non subito. Ieri. Poi fa il bando che vuole. Io parteciperò. Se vinco bene, se perdo pazienza”. 

Quindi parteciperà alla gara europea per il Rocchi?
“L’Fc Viterbo ha i colori gialloblu, certo che partecipa. Sicuramente. Rappresenta la città. Però il Rocchi e il Rossi devono stare a posto, non perdiamoci in chiacchiere. L’accatastamento, l’acquisizione, il bando… tutte sciocchezze. Bisogna fare i fatti, subito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio, l'ultimatum di Camilli: "Partecipo alla gara europea, ma Frontini deve prima sistemare Rocchi e Rossi"
ViterboToday è in caricamento