rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
IL CASO

Stadio Rocchi, Marinetti: "Nessun rapporto con la Asd Viterbo, contro di me allusioni diffamatorie"

Il consigliere comunale replica a chi ha accostato il suo nome a quello della società di Santa Barbara che, secondo indiscrezioni, sarebbe a un passo dall'aggiudicarsi l'impianto di via della Palazzina

Nei giorni scorsi, in un gruppo social piuttosto popolare tra i tifosi della Viterbese, è stato pubblicato un post nel quale un utente, postando vecchi screenshot, associava i nomi del consigliere comunale Eros Marinetti e quello di Mauro Tonnicchi (padre di Federico,  anche lui consigliere comunale) all’Asd Viterbo Fc, società dilettantistica che, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe a un passo dall’assegnazione dello stadio Enrico Rocchi. 

Il post Facebook nel quale i nomi di Marinetti e Tonnicchi sono stati associati all’Asd Viterbo Fc-3

Eros Marinetti, nella serata di ieri, ha contattato spontaneamente la redazione di ViterboToday per fare quelle che lui stesso ha definito “delle doverose precisazioni” in merito. “Mi dissocio completamente - dichiara il consigliere - da ogni allusione che possa attribuire la mia persona a ciò che sta succedendo con il Rocchi”.

Marinetti prosegue: “Sono stato presidente della società tanti anni fa, dopodiché ho abbandonato il settore del calcio per altri motivi. Ultimamente ho commentato sul fatto che, ‘purtroppo’, dalle notizie pervenute, per motivi fiscali (cit.), taluni soggetti non potessero partecipare al bando e il mio commento è stato: ‘Troppo poco’, riferito a chi avesse questo problema senza fare in tempo a sanare (cit.)”. Il riferimento è alla questione relativa alla Faul Cimini, che si è vista rigettare la proposta di assegnazione dell’impianto di via della Palazzina a causa di vecchie cartelle da 72mila euro successivamente rateizzate. Appena uscita la notizia che il Comune avrebbe cercato altri inquilini per il Rocchi, era comparso in rete un commento dello stesso Marinetti. Appunto quel “troppo poco” che ha generato polemiche tra i tifosi gialloblù.

“Sono tifoso e viterbese doc - continua Marinetti - per cui figuriamoci del contrario, però mi sono visto postato sulla pagina di una tifoseria locale che ha leso la mia immagine, diffamandomi, calunniandomi e istigando all'odio verso la mia persona, auspicando la condivisione da parte di alcuni”. A tal proposito, il consigliere annuncia: “Domani (oggi, ndr) ho appuntamento con l'avvocato per sporgere querela, visto che il post non è stato tolto e nessuno ha chiesto scusa. A seguire sarò costretto, per tutelare la mia sicurezza, non si sa mai, a denunciare il fatto anche in questura”. Marinetti afferma: “Sono estraneo ai fatti, estraneo alle politiche sportive dell'amministrazione ed estraneo a ogni rapporto sportivo con la Asd e con qualsiasi altra società sportiva”. 

Infine, Marinetti si rivolge proprio a quei tifosi che lo hanno citato: “Pronti a condannare e puntare il dito, bravi. Mi auguro che non siano state fatte passare appositamente informazioni false per attaccarmi, non rendendosi conto che, nei casi più gravi, si può sfociare in violenza fisica e altro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio Rocchi, Marinetti: "Nessun rapporto con la Asd Viterbo, contro di me allusioni diffamatorie"

ViterboToday è in caricamento