rotate-mobile
TV

Tina Cipollari e l'infanzia a Viterbo: "A due mesi mia sorella mi ha buttato dalle scale"

Tra l'opinionista di Uomini e donne e la sorella Annarita un rapporto che ha avuto molti alti e bassi, ma ora sono più legate che mai

Tina Cipollari, viterbese, è uno dei volti più amati della tv italiana. Estrosa, non ha mai paura di dire quello che pensa. Oggi l'opinionista di Uomini e donne era una degli ospiti di Silvia Toffanin a Verissimo. Per la prima volta ha partecipato a un programma tv con la sorella Annarita e ha svelato che la gelosia era moltissima.

"Quando avevo due mesi mi ha buttata dalle scale. Immaginatevi una bambina che ruzzola per 30, 40 scalini", ha rivelato ridendo Cipollari che tra le due è la minore. Annarita non ha neanche provato a negare: "La verità è che ero molto gelosa, perché ero la cocca di mio padre e la nascita di lei mi ha sconvolta. Lui venne a prendermi a scuola con un grande passeggino e io gli dissi: 'Ma per chi è?'".

Poi nel corso degli anni il rapproto è cambiato, ha svelato Cipollati che però ha ammesso che anche nell'adolescenza hanno fatto fatica a creare un rapporto e questo le ha creato molto dolore. "Io non le ho mai detto che io soffrivo nel vederla andare via. Io la ammiravo, volevo essere partecipe della sua vita. Io ero piccola e non uscivo quasi mai, stavamo in questo casolare a Viterbo e oltre le 18,30 non potevo mai tornare".

"Io sono nata dopo una perdita tragica - ha raccontato Tina -. Era nata una sorellina ma è vissuta pochi giorni, mia madre è entrata in depressione e i medici le hanno consigliato di aspettare e poi provare ad avere un altro figlio. E sono nata io: il miracolo", ha provato a sdrammatizzare l'opinionista.

Fonte Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tina Cipollari e l'infanzia a Viterbo: "A due mesi mia sorella mi ha buttato dalle scale"

ViterboToday è in caricamento