Mercoledì, 17 Luglio 2024

La lite, le botte e le sediate: il VIDEO della rissa in piazza del Comune. In due non possono entrare in centro per un anno

Le immagini del violento episodio di domenica sera. Per un 27enne e un 31enne Daspo urbano del questore

La lite, le urla, le botte e poi le sediate. Scagliate anche in testa. È la sequenza della rissa avvenuta in piazza del Comune, a Viterbo, domenica sera. Il tutto immortalato in un video, rilanciato dalla pagina Facebook Viterbo centro storico e mobilità urbana che commenta: "Famiglie a passeggio con tavoli e sedie che volano".

Cosa è successo

Domenica sera, intorno alle 22,30, telefonate al 112 hanno segnalato una rissa sotto il palazzo comunale. Immediato l'intervento di polizia e carabinieri che, giunti sul posto, hanno ricostruito che la rissa era il tentativo, da parte di alcuni passanti, di bloccare, anche ricorrendo alle "maniere forti", due polacchi che, ubriachi, stavano prendendo a bottigliate chiunque avessero a tiro, tra cui una coppia di fidanzati.

I due polacchi sono subito stati fermati e portati in questura dove sono stati denunciati per le percosse e le lesioni provocate. Si tratta di due giovani di 27 e 31 anni, nati in Polonia uno ad aprile del '97 e l'altro a luglio del '93. Uno dei due, trovato seminudo, è rimasto ferito nel tentativo di linciaggio da parte della folla. È stato soccorso dal personale sanitario del 118, insieme alla coppia presa a bottigliate e a un loro amico. Sul posto gli agenti hanno trovato uno dei due stranieri sanguinante, mentre l'altro polacco è stato bloccato poco lontano: per sottrarsi al controllo avrebbe cercato di allontanarsi velocemente.

Le indagini, anche con l'ascolto dei testimoni presenti, hanno portato la polizia a ricostruire che i due, entrambi ubriachi, dopo aver avuto un alterco tra di loro, hanno aggredito senza particolari motivi con alcune sedie i clienti del bar, alcuni dei quali sono dovuti ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso dell'ospedale di Belcolle.

I daspo

Il questore Luigi Silipo, dopo l'attività istruttoria degli agenti della Divisione anticrimine diretta da Fabio Zampaglione, ha adottato nei confronti del 27enne e del 31enne il Divieto di accesso alle aree urbane, con riferimento al centro storico di Viterbo.

Considerato che le condotte violente si sono verificate in un'area cittadina sottoposta dal regolamento comunale a prescrizioni a tutela del decoro urbano, i due polacchi sono stati sottoposti al Daspo urbano: la misura di prevenzione li costringerà a non frequentare il centro storico per 12 mesi. L'inosservanza del provvedimento è punibile penalmente con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da 10mila a 24mila euro. 

Video popolari

ViterboToday è in caricamento