Domenica, 14 Luglio 2024
Scuola

Maturità 2023, il 21 giugno prima prova scritta: il calendario

L'esame torna all'era pre-Covid, quindi con lo svolgimento in presenza delle due prove scritte e il colloquio orale

Conto alla rovescia iniziato per l'esame di maturità. Mercoledì 21 giugno alle 8,30 suonerà la campanella per decine di migliaia di studenti che si cimenteranno con la prima delle tre prove previste per il conseguimento del diploma di scuola superiore. A renderlo noto il ministero dell'Istruzione in seguito alla firma dell'ordinanza del ministro Valditara. Il documento stabilisce anche l'organizzazione e tutte le modalità di svolgimento dell’esame di Stato per le scuole superiori.

Le prove scritte e il colloquio orale si svolgeranno in presenza. Restano, però, a fare ancora eccezione i progetti Pcto, i Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, che – se svolti – possono essere oggetto del colloquio. Ma non requisito di ammissione, come è invece per le prove invalsi. Spiegando il ritorno all'era pre-Covid il ministero ha sottolineato come Valditara ha assicurato che saranno tenute "presenti le tante difficoltà che sono stati costretti ad affrontare negli ultimi anni a causa dell'epidemia. In virtù di questo, nella scelta delle prove scritte e nello svolgimento del colloquio d'esame si terrà conto dell'eccezionalità del percorso scolastico affrontato nel triennio, valorizzando l'effettivo processo di apprendimento. Invito pertanto tutti gli studenti a vivere questo passaggio in maniera serena, consapevoli del loro impegno e degli sforzi fatti".

Così le tre prove

Tutte le prove scritte (prima, seconda e terza solo per alcuni indirizzi, tra cui Esabac, Esabac Techno, licei internazionali) saranno a carattere nazionale, a eccezione degli istituti professionali di nuovo ordinamento. Tra le novità, l'introduzione della seconda prova scritta per gli Istituti professionali di nuovo ordinamento. Nel colloquio, che prenderà avvio da uno spunto iniziale (un'immagine, un breve testo, un breve video) scelto dalla commissione, verranno valorizzati il percorso formativo e di crescita, le competenze, i talenti, la capacità dello studente di elaborare. 

Si parte come detto mercoledì 21 giugno, il giorno seguente è fissata la seconda prova. La terza prova scritta sarà martedì 27 giugno, dalle 8,30 per gli istituti presso i quali sono presenti i percorsi EsaBac ed EsaBac techno e nei licei con sezioni a opzione internazionale cinese, spagnola e tedesca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2023, il 21 giugno prima prova scritta: il calendario
ViterboToday è in caricamento