rotate-mobile
social

Festa del papà: storia, aneddoti e ricette tradizionali

Quali sono le origini e le tradizioni legate al 19 marzo

Quali sono le origini della festa del papà? Secondo la tradizione è stata istituzionalizzata nei primi decenni del XX secolo, per festeggiare la paternità e i padri in generale. Alla fine dell'ottocento la Chiesa cattolica proclamò San Giuseppe (festeggiato proprio il 19 marzo) protettore dei padri di famiglia e patrono della chiesa universale. "In Giuseppe hanno i padri di famiglia il più sublime modello di paterna vigilanza e provvidenza; i coniugi un perfetto esemplare d’amore, concordia e fedeltà coniugale [...]", sono le parole di papa Leone XIII che racchiudono il significato di questa ricorrenza.

La festa del papà si celebra il 19 marzo in Italia ma nel resto del mondo ricorre in altre date: in Serbia si celebra il 6 gennaio, nei paesi che seguono la tradizione anglosassone la terza domenica di giugno. In Nuova Zelanda e in Australia è la prima domenica di settembre. 

I dolci per festeggiare la Festa del papà

Il dolce che celebra la Festa del papà a Roma è il bignè di San Giuseppe dolce fritto e ripieno di crema. A Napoli sono tipiche le zeppole di San Giuseppe, mentre in Umbria e in Toscana il 19 marzo si mangiano le frittelle di riso. In Sicilia si mangia la Sfince di San Giuseppe, una frittella morbida ripiena di ricotta di pecora e scorze d'arancia, in Lombardia e in altre regioni del Nord Italia sono tradizionali i tortelli di San Giuseppe. Dolci che in molti consegneranno a domicilio anche quest'anno, per regalare un sorriso a tutti i papà d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del papà: storia, aneddoti e ricette tradizionali

ViterboToday è in caricamento