rotate-mobile
Benessere

Allergie primaverili: come rafforzare il sistema immunitario e godersi la bella stagione

Ecco come capire se si soffre di allergia ai pollini e come rafforzare il sistema immunitario per gestire al meglio i sintomi

Insieme alla primavera arrivano anche starnuti, prurito agli occhi, naso e gola irritata. Le allergie, con l'esplosione della bella stagione e delle fioriture, sono in questo momento all'ordine del giorno. L’allergia ai pollini (pollinosi) consiste in una reazione respiratoria innescata dall’inalazione, appunto, di pollini. Il periodo in cui si manifesta dipende dal tipo di polline verso cui si è sensibilizzati e dalla sua concentrazione nell’atmosfera e i sintomi più comuni sono rappresentati da riniti, congiuntiviti e talvolta, asma bronchiale. La reazione allergica si presenta con ricorrenza stagionale, in corrispondenza del periodo di pollinazione caratteristico per ogni specie responsabile dell'allergia.

Ccome rafforzare il sistema immunitario 

Per confermare un sospetto di allergia verso uno o più pollini, bisogna eseguire dei test cutanei, chiamati prick test. Questi vengono eseguiti inoculando con un’apposita lancetta piccole quantità di allergeni a livello della cute dell’avambraccio. Dopo circa 15-20 minuti, in caso di allergia si avrà una risposta infiammatoria della cute nella sede del test. La gestione dell'allergia ai pollini può essere affrontata con diverse opzioni terapeutiche, indicate dal medico in base ai diversi sintomi e alla gravità degli stessi. Oltre ai classici antistaminici e spray nasali, esistono alcuni modi per rafforzare il sistema immunitario e ridurre la severità dei sintomi allergici. Ecco alcuni consigli.

Alimentazione sana e bilanciata

La nostra dieta gioca un ruolo fondamentale nella salute del sistema immunitario. Per rafforzarlo, è importante consumare molta frutta e verdura di stagione, ricca di vitamine e antiossidanti. In particolare, sono consigliati cibi ricchi di vitamina C, come agrumi, kiwi e peperoni, che aiutano a contrastare l'infiammazione. L'intestino è considerato il nostro "secondo cervello" ed è ricco di batteri che influenzano il sistema immunitario. Assumere probiotici aiuta a mantenere in equilibrio la flora intestinale e a rafforzare le difese immunitarie. Dormire a sufficienza e fare attività fisica regolarmente sono due fattori essenziali per mantenere un buon livello di salute e benessere. Lo stress, infatti, può indebolire il sistema immunitario e peggiorare i sintomi allergici.

I rimedi naturali

Esistono alcuni rimedi naturali che possono aiutare ad alleviare i sintomi allergici, come il Ribes nero, da assumere diluendo in acqua alcune gocce di estratto o tramite infusione, il Tè verde e la quercitina. È importante consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi rimedio naturale.

Prevenzione: evitare l'esposizione agli allergeni

Oltre a rafforzare il sistema immunitario, è importante anche evitare l'esposizione agli allergeni. Se possibile, è consigliato rimanere in casa nelle giornate ventose e con alti livelli di polline. Indossare occhiali da sole e mascherina può aiutare a proteggere gli occhi e le vie respiratorie.

Inoltre: 

  • Evita di passeggiare nei campi, prati o giardini in cui l'erba è stata tagliata da poco. Durante il periodo di pollinazione, evita le attività sportive in prossimità di aree verdi e i lavori di giardinaggio
  • Ricorda che le concentrazioni di pollini sono maggiori nelle giornate secche, ventose e soleggiate. Durante il giorno, all'aperto, può essere utile indossare un paio di occhiali scuri, dato che la luce del sole aumenta il fastidio associato ai sintomi oculari
  • Tra le 10 e le 16, periodo di maggior concentrazione di pollini, tieni chiuse le finestre e i finestrini dell'auto: se l'auto ha l'aria condizionata, installare un filtro antipolline può essere d’aiuto
  • Quando rientri a casa fai subito una doccia e cambia i vestiti, per eliminare i pollini che si sono attaccati nel corso della giornata. Prima di andare a dormire, applica sulle palpebre un batuffolo di cotone imbevuto d'infuso alla camomilla e rosmarino, per sfiammare e idratare gli occhi
  • Non stendere il bucato all'aperto: il polline si può attaccare a lenzuola e asciugamani
  • Nei periodi di riacutizzazione dei sintomi dell'allergia ai pollini, adotta una dieta disintossicante per qualche giorno. Preferisci alimenti quali le cipolle (contengono composti solforati che inibiscono la risposta allergica e infiammatoria) e quelli ricchi in magnesio (come cereali integrali, fagioli, verdure a foglia verde, banane, che contribuiscono a ridurre al minimo la produzione di istamina). Evita, invece, oltre che gli alimenti che possono provocare reattività con i pollini, tutti quelli che stimolano la liberazione di istamina, come fragole, pomodori, cioccolato, crostacei, molluschi, formaggi fermentati, insaccati e frutta secca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allergie primaverili: come rafforzare il sistema immunitario e godersi la bella stagione

ViterboToday è in caricamento