rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Segnalazioni

Belcolle, lettera di un paziente alla dottoressa Lamperini: "Grazie per aver capito la causa dei miei dolori atroci"

Giovanni Giannoccaro: "Dottoressa molto preparata e professionale". E sul pronto soccorso: "Tre ricoveri per avere la giusta diagnosi"

Riceviamo dal lettore Giovanni Giannoccaro e pubblichiamo una lettera di ringraziamento alla dottoressa Isabella Lamperini dell'ospedale di Belcolle

Vorrei ringraziare la dottoressa Isabella Lamperini che la notte dell'8 dicembre al pronto soccorso di Viterbo ha compreso da dove venissero i miei dolori atroci ai fianchi. È stato una vera via crucis per me, perché sono andato al pronto soccorso il 29 novembre e sono stato dimesso il 30 dicendomi che aveva una colica renale: mi hanno curato per quello e dimesso con forti dolori. Il 4 dicembre sono stato riportato al pronto soccorso perché i dolori non terminavano ed erano ancora più forti. La risposta è stata sempre la stessa: colica renale e hanno chiamato anche in urologia per visitarmi e sono stato dimesso il 5 dicembre.

Ma, come ho scritto inizialmente, l'8 dicembre pomeriggio sono stato nuovamente portato al pronto soccorso e la dottoressa Lamperini, dopo una visita sommaria e avendo visto i due referti degli altri ricoveri, ha ordinato immediatamente una Tac alla colonna vertebrale e, come risposta, ha visto una costola con frattura scomposta. Non contenta, mi ha fatto fare anche una lastra al torace e le costole fratturate scomposte sono risultate due e mi ha dato una cura antidolorifica appropriata.

Io credo che basti un po' di attenzione e saper dialogare con i pazienti per arrivare al reale problema. Tra le altre note negative c'è che dal pronto soccorso sono uscito con una brutta bronchite perché il reparto è a corto di coperte e mi sono dovuto pagare tre volte l'ambulanza per ritornare a casa dal pronto soccorso. Una cosa inaccettabile, perché bastava già al primo ricovero al pronto soccorso la diagnosi giusta e non attenderne tre.

Grazie di vero cuore, dottoressa Lamperini. Spero che l'ospedale Belcolle la tenga più in considerazione in quanto è molto preparata e professionale al massimo.

Giovanni Giannoccaro

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belcolle, lettera di un paziente alla dottoressa Lamperini: "Grazie per aver capito la causa dei miei dolori atroci"

ViterboToday è in caricamento