rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

Finalmente il gas metano nelle case popolari del Viterbese

Nuovi impianti sostituiranno le bombole gpl utilizzate in cucina

Verranno sostituite le bombole con impianti a gas metano presso le strutture di edilizia popolare in vari comuni della provincia di Viterbo. È arrivato, dalla direzione per le politiche abitative e la pianificazione territoriale, paesistica e urbanistica della Regione Lazio, il nulla osta per l’Ater della provincia di Viterbo per procedere con i lavori di manutenzione straordinaria per la revisione e messa a norma degli impianti presso i comuni di Tuscania, Montalto di Castro e Bolsena.

La situazione degli alloggi popolari

Per la stragrande maggioranza dei cittadini laziali, l’allaccio diretto alla rete del gas per cucinare è certamente un qualcosa di certo e scontato. Purtroppo, per molti abitanti del territorio la realtà è ben diversa. Lo sanno bene gli inquilini degli immobili e.r.p.s. nei comuni di Tuscania, via Ciarpellone 4/5/7/8, Montalto Di Castro, piazzazza Vulci 1/2/3/4/5/6, Bolsena, via S. Maria della Pace 31/3s. L’Ater provinciale, dopo alcune ispezioni, ha constato che gli edifici sono “serviti da impianti di riscaldamento centralizzato”, evidenziando però come, in questi alloggi, si utilizzino ancora “bombole a gas gpl posizionate nelle cucine”. Per questo, è emersa la “necessità di eseguire interventi di sostituzione delle bombole a gpl con impianti a gas metano”.

L’Ater, nell’ambito dell’attività di gestione del patrimonio immobiliare, è tenuta ad effettuare un costante monitoraggio dello stato di consistenza degli immobili, con particolare riguardo alla verifica delle condizioni di agibilità e sicurezza, nel rispetto delle norme di legge anche in materia di impianti. Nel corso dei vari sopralluoghi, si legge nelle relazioni prodotte, “la conservazione e la funzionalità degli immobili di e.r.p.s. di proprietà dell’Azienda” hanno evidenziato “la necessità di una revisione e messa a norma degli impianti”.

Per questo, serve realizzare “una rete di alimentazione del gas metano ad uso domestico per i piani cottura dei singoli alloggi, in acciaio rivestito con polietilene” affinché tutte le utenze “siano alimentate tramite una serie di tubazioni interrate allacciate alla rete comunale”. Saranno inoltre installati “adeguati contatori divisionali”.

Interventi anche nell’area di Viterbo e provincia

Il costo complessivo degli interventi per gli immobili ubicati a Tarquinia, Montalto di Castro e Bolsena ammonta a 183 mila euro. Sono stati poi stanziati altri 87 mila euro, per un totale di 271 mila euro, per l’area di intervento relativa a Viterbo e provincia. In questo caso, però, è ancora in corso la campagna di monitoraggio sullo stato di consistenza degli immobili. Una volta terminata, si potrà procedere con i lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finalmente il gas metano nelle case popolari del Viterbese

ViterboToday è in caricamento