rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
provincia Soriano nel Cimino

Omicidio Bramucci, al via il processo alla moglie: i figli non si costituiscono parte civile contro la madre

Prima udienza davanti alla corte di assise per Elisabetta Bacchio ritenuta la mandante del delitto di Soriano nel Cimino

Omicidio di Salvatore Bramucci, la moglie Elisabetta Bacchio davanti alla corte di assise. Questa mattina al via il processo, con giudizio immediato, al tribunale di Viterbo per l'ammissione delle prove.

L'imputata non era presente in aula. Si sono costituiti parte civile il fratello di Bramucci e la figlia di primo letto. Hanno scelto di non costituirsi parte civile contro la madre i due figli nati dal matrimonio tra Elisabetta Bacchio e Bramucci.

La donna, in carcere dal 26 settembre, è accusata di omicidio volontario pluriaggravato dalla premeditazione dal rapporto di coniugio. È considerata l'ideatrice e la mandante dell'omicidio del delitto di Soriano nel Cimino, avvenuto il 7 aGosto del 2022 a pochi metri dalla casa di Bramucci che è stato ucciso a colpi di pistola mentre stava finendo di scontare ai domiciliari una condanna per usura ed estorsione. 

Il pm Massimiliano Siddi, che ha coordinato le indagini dei carabinieri, ha chiesto l'esame dell'imputata e la trascrizione dei messaggi tra la donna e il marito. L'avvocato di parte civile che rappresenta il fratello di Bramucci, invece, ha chiesto la perizia psichiatrica sull'uomo per verificare eventuali danni in seguito alla morte del fratello. Il tribunale si è riservato. 

In totale gli indagati sono otto. Oltre alla vedova, sono già a processo la cognata di Bramucci, Sabrina Bacchio, e i killer Lucio La Pietra e Tonino Bacci. Qui le parti civili sono tutti i i tre figli di Bramucci, di 36, 20 e 18 anni, e il fratello 61enne.

Il pm ha chiesto la riunificazione dei due procedimenti: il tribunale deciderà alla prossima udienza del 29 gennaio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Bramucci, al via il processo alla moglie: i figli non si costituiscono parte civile contro la madre

ViterboToday è in caricamento