rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
provincia Soriano nel Cimino

Omicidio a Soriano nel Cimino, arrestata la moglie di Salvatore Bramucci: "È stata la principale ideatrice"

Elisabetta Bacchio è in carcere da questa mattina, quando i carabinieri del comando provinciale di Viterbo hanno dato esecuzione all'ordinanza del gip

Omicidio di Salvatore Bramucci, arrestata la moglie Elisabetta Bacchio. È il quarto arresto per il delitto del 7 agosto 2022 a Soriano nel Cimino. In carcere, da questa mattina, una donna "direttamente legata - ricostruiscono i carabinieri del comando provinciale di Viterbo - alla vittima da stretto vincolo familiare".

Elisabetta Bacchio e Salvatore Bramucci-3

Si tratta, appunto, della moglie 46enne Elisabetta Bacchio. Per gli inquirenti è stata "la fonte originaria delle preziose informazioni necessarie al gruppo di fuoco per la pianificazione dell'azione delittuosa della quale, con ogni probabilità, è stata la principale ideatrice".

Ipotizzando il reato di omicidio volontario (in concorso con la sorella nonché cognata della vittima Sabrina Bacchio e i due sicari Antonio Bacci e Lucio La Pietra, tutti già in carcere) all'alba di oggi, martedì 26 settembre, i militari hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Viterbo, su proposta della procura, nei confronti della donna. Elisabetta Bacchio è nel carcere di Civitavecchia dopo essere stata prelevata dalla sua abitazione a Soriano nel Cimino.

Soriano nel Cimino - Omicidio di Salvatore Bramucci-2

Poco più di un anno fa, il 7 agosto 2022, a Soriano nel Cimino, Salvatore Bramucci, appena uscito dalla sua abitazione, è stato assassinato mentre si trovava alla guida della propria auto con diversi colpi di arma da fuoco.

Le indagini, immediatamente avviate sotto il coordinamento della procura, hanno subito fatto emergere che l'azione delittuosa era stata il frutto di un agguato organizzato in ogni minimo dettaglio, preceduto da sopralluoghi nella zona dell’omicidio e dallo studio delle abitudini della vittima.

Sabrina Bacchio e Salvatore Bramucci-2

Nella prima fase delle indagini è stata accertata la presenza di un gruppo di fuoco di tre persone che, a bordo di due auto, una delle quali risultata rubata alcuni mesi prima, ha raggiunto la località rurale di Acquafredda-Basso della Campana, dove hanno atteso l’uscita dalla propria abitazione della vittima, bloccandogli la strada e freddandola con sei colpi che lo hanno raggiunto in diverse parti del corpo provocane la morte immediata.

Le indagini hanno consentito, dopo appena un mese dal delitto, di dare esecuzione a una prima ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due italiani, Bacci e La Pietra, residenti nella periferia est della Capitale, provvedimento tuttora in essere e, per uno di loro, confermato anche dal tribunale per il riesame.

Soriano nel Cimino - Omicidio Salvatore Bramucci - Tonino Bacci e Lucio La Pietra

I successivi approfondimenti investigativi hanno poi consentito di comprendere che il “gruppo di fuoco” si era mosso sulla base di precise indicazioni fornite da una donna, interna al contesto familiare della vittima, che ha preso parte alla pianificazione dell'omicidio fin dall’inizio della sua ideazione portando, ad ottobre 2022, al suo arresto disposto dal gip di Viterbo su proposta della procura. Si tratta della cognata di Bramucci, Sabrina Bacchio.

Dal momento dell’esecuzione del provvedimento cautelare, le indagini non hanno subito alcuna battuta d’arresto ma, anzi, sono proseguite alacremente. "Sono stati raccolti - afferma l'Arma - chiari elementi a carico di un’altra donna, direttamente legata alla vittima da stretto vincolo familiare, che era la fonte originaria delle preziose informazioni necessarie al gruppo di fuoco per la pianificazione dell’azione delittuosa della quale, con ogni probabilità, è stata la principale ideatrice. Gli elementi indiziari raccolti a carico della donna sono stati ritenuti di rilevante gravità dal gip di Viterbo che, anche in ragione della sussistenza dell’esigenze cautelare, ha emesso il provvedimento restrittivo in carcere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Soriano nel Cimino, arrestata la moglie di Salvatore Bramucci: "È stata la principale ideatrice"

ViterboToday è in caricamento